Stile e produttività, la prova completa dei nuovi Samsung Galaxy Z Flip4 e Z Fold4

NOW

Daniele Semeraro

Nel tradizionale evento Unpacked di agosto il gigante sudcoreano ha presentato l’aggiornamento dei suoi due smartphone pieghevoli. Il primo icona di stile, il secondo sinonimo di multitasking e lavoro in mobilità. Ecco la nostra prova dopo un mese di utilizzo

Il futuro degli smartphone è sempre più pieghevole? Probabilmente sì a dimostrare dagli ultimi lanci di Samsung, che nel tradizionale evento Unpacked agostano ha rinnovato la sua gamma di foldable con i nuovi Galaxy Z Flip4 e Galaxy Z Fold4. Si tratta di due smartphone sicuramente tra i più interessanti presentati nel 2022, sinonimo di stile e praticità il primo e di produttività e multitasking il secondo. Ecco com’è andata la nostra prova dopo un mese di utilizzo per lavoro e per svago, in città e in vacanza.

Galaxy Z Flip 4
Galaxy Z Flip 4

Samsung Galaxy Z Flip4: le caratteristiche principali

leggi anche

Samsung Unpacked agosto 2022, ecco tutte le novità presentate

Partiamo da Samsung Galaxy Z Flip4. Esteticamente si presenta molto leggero, certamente non passa inosservato se appoggiato su un tavolo per la sua forma perfettamente quadrata rifinita in metallo lucido. Quattro i colori disponibili per il vetro opaco posteriore: Bora Purple, Graphite, Blue e il Pink Gold che abbiamo avuto noi in prova - ma con la Bespoke Edition è possibile scegliere fino a 75 combinazioni diverse personalizzabili. Il telefono si richiude perfettamente su se stesso e ospita oltre a quello interno anche un display esterno da quasi 2 pollici. Sui lati troviamo il tasto di accensione (che legge anche le impronte digitali) e i tasti per alzare e abbassare il volume. L’apertura è molto solida, le cerniere sono state ottimizzate e allo stesso tempo sono più sottili rispetto al modello precedente, e quello che stupisce subito è che il telefono da aperto sembra un normalissimo smartphone, con la curvatura centrale che praticamente sparisce e si vede solo se muoviamo il telefono in particolari angolazioni. 

 

Galaxy Z Flip4 è alimentato dal processore Snapdragon 8+ Gen 1, 8 i gigabyte di Ram a disposizione mentre lato archiviazione è possibile scegliere tra 128, 256 o 512 gigabyte di spazio. A bordo una batteria da 3.700 mAh non estremamente capiente ma che comunque permette di arrivare tranquillamente fino a sera con un utilizzo intenso (presente anche la ricarica ultra-rapida con adattatore da 25W o superiore non incluso nella confezione che permette secondo Samsung di ricaricare il telefono fino al 50% in circa 30 minuti). La batteria è compatible anche con la ricarica wireless WPC. Nella nostra prova la ricarica da completamente scarico al 100% è durata poco più di un’ora e mezza. Sempre molto completo il software di Samsung (One UI 4.1.1 basato su Android 12): tra le caratteristiche interessanti c’è certamente lo schermo esterno che permette di vedere l’identità del chiamante, leggere le notifiche, guardare l’ora e gli appuntamenti in calendario scegliendo tra numerosi stili personalizzati e, in base ai widget che si decide di installare, gestire la musica, le sveglie, gli allenamenti con Samsung Health, usare il registratore vocale (comodissimo per ricordarsi cose o per registrare al volo un audio!), impostare timer, vedere il meteo, è possibile impostare anche una chiamata diretta ai contatti preferiti. Ottimo lo schermo principale da 6,7 pollici FHD+ con aggiornamento automatico dinamico fino a 120 Hz: durante la nostra prova all’aperto ha restituito sempre immagini luminose anche sotto la luce diretta del sole.

Le foto scattate con Galaxy Z Flip4
Le foto scattate con Galaxy Z Flip4

Samsung Galaxy Z Flip4: foto e video

NOW

La prova di Galazy Z Flip3, il Flip del 2021

Prima di andare a parlare del comparto fotografico e delle foto bisogna mettere in luce come le caratteristiche di questo telefono, che può restare aperto a L su un tavolo o rimanere fermo in angolazioni particolari, permettano di “giocare” con gli scatti e ottenere angolature particolari. Inoltre è possibile scattarsi un selfie utilizzando la fotocamera principale e guardando un’anteprima live nel piccolo schermo esterno così come scattare foto e avviare video direttamente utilizzando lo schermo esterno. Sul Z Flip4 troviamo oltre alla fotocamera anteriore da 10 megapixel una doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel, con sensore angolare e grandangolare - spiegano da Samsung - più luminoso del 65% rispetto al modello precedente.

Nella nostra prova abbiamo trovato molto buoni e luminosi i selfie, ottimi gli scatti ai panorama, ben stabilizzati i video, buona la resa dei colori serale. Veloci messa a fuoco e il software della fotocamera, un po’ deludenti le foto ultra-zoomate.

 

Samsung Galaxy Z Flip4: l’utilizzo quotidiano, disponibilità e prezzi

Z Flip4 è certamente uno smartphone che non passa inosservato: nelle sale riunioni, al ristorante, nei luoghi di turismo quando si scattano foto, sia per i suoi colori sia per il fatto di utilizzare un telefono quadrato oppure per il gesto di poter rispondere alle chiamate (così come si faceva una volta nei telefoni a conchiglia) aprendo il display. Abbiamo trovato Z Flip4 molto comodo da portare in vacanza, per le videochiamate, per consultare il social, per ascoltare la musica, per la gestione delle mail. In tasca è leggerissimo (pesa meno di 200 grammi) e quasi ce lo dimentichiamo mentre camminiamo. Lato negativo emerso durante la nostra prova, il telefono tende a scaldarsi molto nella parte superiore utilizzando molte app insieme; inoltre proprio a causa della delicatezza della cerniera e dell’apertura Z Flip4 non è resistente alla polvere, e quindi è sconsigliato un utilizzo in spiaggia (Samsung dichiara però che Z Flip4 è resistente all’acqua secondo lo standard IPX8). Uno smartphone dunque per gli amanti del bello, per chi non vuole passare inosservato, per chi vuole un telefono comodo per la gestione ordinaria di lavoro e social ma necessariamente, per la conformazione fisica, adatta più a utenti attenti e non sbadati. In base alla memoria scelta il prezzo di partenza varia tra 1.149 e 1.329 euro; la Bespoke Edition con colori personalizzabili costa 1.249 euro (8 gigabyte di Ram, 256 di archiviazione): prezzi non bassi ma adeguati alla tecnologia presente nel telefono.

Nuove prospettive fotografiche grazie al form factor di Galaxy Z Flip4
Nuove prospettive fotografiche grazie al form factor di Galaxy Z Flip4

Samsung Galaxy Z Flip4: Pro e Contro

PRO

  • Stile e design
  • Leggerissimo da usare e portare con sé

CONTRO

  • Tende a scaldarsi facendo tante operazioni insieme
  • Per forma e caratteristiche bisogna trattarlo con maggiore cura rispetto agli smartphone tradizionali
Galaxy Z Fold4
Galaxy Z Fold4

Samsung Galaxy Z Fold4: le caratteristiche principali

NOW

The Freestyle, la prova completa del proiettore smart di Samsung

Ed ora passiamo al fratello maggiore: Galaxy Z Fold4 è il pieghevole per eccellenza, un gadget ibrido a metà tra smartphone, tablet e - novità - laptop, grazie alle ottimizzazioni software che permettono di volta in volta di adattare le funzionalità del telefono all’utilizzo che vogliamo farne. Galaxy Z Fold4 si presenta certamente in maniera diversa dal Flip: è più pesante e ingombrante con il suo peso di 263 grammi e due schermi, quello principale esteso da 7,6 pollici Infinity Flex con frequenza di aggiornamento adattiva fino a 120 Hz e quello esterno da 6,2 pollici AMOLED 2X. Galaxy Z Fold4 viene venduto in quattro colori (Graygreen, Phantom Black, Beige e, solo sul sito Samsung, Burgundy). Anche in questo caso troviamo sul lato posteriore il pulsante di accensione e lettore di impronte e i pulsanti per il volume mentre le scocche sono protette da Armor Aluminium. Come nei modelli precedenti lo schermo esterno è già di per sé ottimo: permette di compiere tutte le operazioni di un normalissimo smartphone. Ovviamente permette di parlare al telefono ma è anche possibile fare videochiamate, utilizzare le app e così via. Ciò che si inizia a fare sullo schermo esterno lo si ritrova aprendo lo schermo principale. Qui la cerniera centrale si nota di più rispetto al Flip4 (perché l’area è ovviamente più grande). Compatto e preciso il meccanismo di apertura e chiusura, rafforzata la struttura e la resistenza del pannello principale che - assicurano da Samsung - contribuisce a ridurre i danni provocati dalle sollecitazioni esterne.

 

Vero cuore pulsante di questo smartphone sono il multitasking e l’esperienza lavorativa (non a caso si tratta dell’erede della serie Galaxy Note): sullo schermo è possibile utilizzare fino a tre applicazioni contemporaneamente o disporre le app in finestre pop-up facilmente gestibili attraverso il software ottimizzato One UI 4.1.1 basato su Android 12L, versione speciale di Android creata da Google per esperienze su schermi ampi. Quello che si nota dopo qualche minuto di utilizzo è la nuova barra delle applicazioni: è posta nella parte inferiore dello schermo e - un po’ come sul Pc o sul Mac - consente di accedere alle app più utilizzate o alle più recenti, ed è davvero comoda da utilizzare. Samsung ha lavorato con Google e con Microsoft per ottimizzare le applicazioni più utilizzate in ambito lavorativo: ora è possibile fare drag and drop, ad esempio, tra le app di Google; con Google Meet è possibile connettersi con più persone condividendo attività virtuali; stessa cosa per la suite di Office, completamente ottimizzata per l’uso sullo schermo pieghevole. Le app non ottimizzate (e ce ne sono anche di famose) vengono comunque gestite dal software in maniera ottimale, e possono comparire al centro del grande schermo oppure possono occuparne solo una metà. L’esperienza lavorativa e di multitasking si può migliorare ancora di più acquistando a parte una S Pen (Fold Edition, inclusa in una custodia, o Pro). Non solo lavoro però: sullo schermo è possibile guardare video, tv, leggere libri, tutto con un’ottima luminosità anche alla luce del sole. E attraverso la modalità Flex (quindi con lo smartphone poggiato a L su una superficie) è possibile guardare i contenuti senza dover reggere il telefono con le mani, o scrivere utilizzando una tastiera estesa su metà schermo. Il telefono è alimentato dal processore Snapdragon 8+ Gen 1, da 12 gigabyte di Ram e da 256, 512 gigabyte o un terabyte di spazio di archiviazione. Molto buona la batteria da 4.400 mAh compatibile con la ricarica ultra-rapida (con adattatore da 25W non incluso), la ricarica wireless e la ricarica inversa wireless: nelle nostre prove siamo arrivati ad un utilizzo intenso anche di un giorno e mezzo senza ricaricare.

Le foto scattate con il nuovo Galaxy Z Fold
Le foto scattate con il nuovo Galaxy Z Fold

Samsung Galaxy Z Fold4: foto e video

NOW

Samsung Galaxy Z Fold3, la prova dello scorso anno

Lo dichiariamo subito: non siamo rimasti soddisfatti al 100% dal comparto fotografico di Samsung Galaxy Z Fold4. Non perché le foto vengano male, anzi. Ritratti e selfie, ad esempio, sono risultati ottimi, con un'ottima scelta e bilanciamento dei colori. Stessa cosa per le foto ai paesaggi. Quello che non ci ha tanto convinto sono le foto ravvicinate (ad esempio a cibo e frutta), quelle con tanto zoom e i video in notturna. Forse da un telefono che potremmo definire professionale (anche per il prezzo) ci saremmo aspettati qualcosa in più e un livello più vicino alla serie S. Proprio a proposito dello zoom, sul telefono è presente la modalità Space Zoom 30X che comprende uno zoom ottico da 3X e uno digitale che arriva a 30X ma nonostante moltissime prove da un belvedere in pieno giorno tutti i nostri scatti sono risultati un po’ “spappolati”, poco definiti. Il comparto fotografico è composto da una tripla fotocamera posteriore (lente angolare da 50 megapixel, ultra-grandangolare da 12 megapixel e teleobiettivo da 10); ottima la fotocamera sotto al display principale da 4 megapixel e nascosta completamente all’interno dello schermo. Infine, all’esterno troviamo una buona fotocamera da 10 megapixel. Anche in questo caso il form factor del telefono permette una maggiore flessibilità durante gli scatti, fornendo ad esempio un’anteprima video sullo schermo esterno e la possibilità di scattare selfie con la telecamera posteriore (quella migliore, dunque). Ottimi i video-ritratti con effetto sfocatura che si possono ottenere utilizzando sempre le lenti posteriori.

Samsung Galaxy Z Fold4: l’utilizzo quotidiano, disponibilità e prezzi

NOW

Tutti gli approfondimenti della rubrica di innovazione e tecnologia

A parte il comparto fotografico, da cui abbiamo detto ci saremmo aspettati un pochino di più proprio perché questo è potenzialmente uno dei migliori telefoni del 2022, diamo comunque un giudizio estremamente positivo, per uno smartphone che permette di lavorare molto bene in mobilità. Ottima la gestione delle chiamate e delle videochiamate, la scrittura, la visione di presentazioni, l’elaborazione di fogli di calcolo, la gestione delle mail e di più documenti insieme: utilizzare Z Fold4 dà una sensazione di potenza, di solidità, di affidabilità. Molto comoda anche la lettura di libri e giornali, il gaming, la visione di video e film. Non abbiamo potuto provare la S Pen (da acquistare a parte a partire da 50 euro) ma certamente l’acquisto può essere utile per firmare documenti o per prendere appunti “al volo”. Anche in questo caso è sconsigliato l’utilizzo sulla spiaggia o in luoghi molto polverosi perché i granelli potrebbero andare a rovinare il meccanismo di apertura e chiusura. Infine il prezzo, non basso: in base al taglio di memoria si passa dai 1.879 fino ai 2.249 euro.

Galaxy Z Fold4 è il re del multitasking
Galaxy Z Fold4 è il re del multitasking

Samsung Galaxy Z Fold4: Pro e Contro

PRO 

  • Utile per il lavoro in mobilità, affidabile, potente
  • Ottima gestione di app e multitasking

CONTRO

  • Il comparto fotografico non ci ha convinto pienamente

Tecnologia: I più letti