Webby Awards 2020, tutti i vincitori dell'Oscar del Web: premiata la positività italiana

Now

Damiano Crognali

I Webby Awards sono uno dei premi più prestigiosi e "anziani" della Rete: sono stati istituiti nel 1996 e oggi sono considerati gli Oscar dell'Internet. Tra i tanti vincitori dell'edizione 2020 anche diversi italiani 

I Webby Awards vengono organizzati annualmente dall'International Academy of Digital Arts and Sciences per premiare l'eccellenza online in differenti categorie e con differenti mezzi, dai siti internet alle pubblicità, dai video online ai podcast, dagli influencer alle app. Sono premiati due vincitori per ciascuna categoria, uno che riceve il riconoscimento dalla giuria, i membri dell'International Academy of Digital Arts and Sciences, e uno dal pubblico, le persone che votano da casa tramite il sito vote.org, che certifica la correttezza della votazione.

La "regola delle cinque parole"

A caratterizzare questo premio è stato il divertente limite deciso fin dalla prima dedizione di sole cinque parole imposto ai vincitori nei loro discorsi di ringraziamento. Il più famoso è stato quello di Al Gore che quando lo vinse, disse: "Please don't recount this vote" (Stavolta non fate il riconteggio), ma è noto anche quello di Arianna Huffington che disse: "I didn't kill the newspapers, okay!" (Non ho ucciso io giornali, va bene!). Alla fine diventano degli slogan o dei messaggi in bottiglia sul mondo. L'anno scorso c'è stata anche una dichiarazione di matrimonio.

Quest'anno a causa della Pandemia rischiavano di saltare, invece anche per rispetto alla loro vocazione online, si sono tenuti da casa e sono diventati i "Webby From Home". Inoltre è stato deciso di premiare coloro che hanno usato internet in questi mesi di emergenza mondiale per lanciare messaggi positivi e di speranza.

Tra i premiati Jimmy Fallon e Miley Cyrus

A fare gli onori di casa è stato l'attore comico e scrittore Patton Oswalt, che ha già presentato in passato la manifestazione e lo scorso 19 maggio ha tenuto il discorso inaugurale dell'evento che è stato direttamente pubblicato online a partire dalle nove di sera, con tutti i discorsi di 5 parole soltanto dei premiati e l'elenco dei vincitori. Tra questi c' è stato il Tonight Show di Jimmy Fallon, che si è svolto in collegamento video da casa con i suoi ospiti, i #NiceTweets di Tom Hanks e le dirette Instagram di Miley Cyrus, super star americane che attraverso i social hanno intrattenuto il pubblico durante il lockdown.

Il trionfo di Massimo Bottura

Ma tra le varie iniziative ne ha vinta una tutta Italiana, quella di Kitchen Quarantine di Massimo Bottura e della sua famiglia. Il programma online, creato dalla figlia del noto chef, Alexa, è andato in diretta quotidiana su Instagram (IGTV) e ha raggiunto milioni di spettatori, è stato un appuntamento quotidiano durante il lockdown, una diretta dalla loro cucina di casa a Modena. Ha vinto il Webby Awards nella categoria social legata alla cucina, con la motivazione di aver ispirato la gente a trovare gioia e a sviluppare nuove abilità in un periodo drammatico, stando a casa e imparando a preparare buon cibo in compagnia dei propri cari.

Premiate anche le Ragazze Ribelli

Altri premi importanti sono stati i "Webby Breakout of the Year" vinto da Houseparty, l'app del momento che mantiene le persone collegate anche quando sono fisicamente distinti (una sorta di Soom per ragazzi). Il sito Masterclass.com è stato premiato come miglior sito di formazione e per lo streaming. Nella categoria Podcast ha vinto quello di Michal Barbaro, il The Daily del New York Times per la copertura che ha dato sulla pandemia. Ma dal pubblico, per la specifica categoria "Famiglia e bambini" è stato votato un altro podcast dal cuore italiano, quello delle Ragazze Ribelli, già caso editoriale di successo planetario con Storie della buonanotte per bambine ribelli. Purtroppo non ce l'ha fatta invece a vincere come miglior sito del mondo Earth Planet, tour operator italiano che si è visto sfuggire il premio all'ultimo ma che ha ricevuto comunque una menzione speciale e che fa ben sperare per la ripresa italiana del settore viaggi.

Persone online dell'anno

Il riconoscimento più ambito, quello alla persona online dell'anno è stato invece assegnato da Anthony Fauci, il virologo a capo della task force voluta da Trump per combattere l'emergenza Coronavirus negli Stati Uniti, allo studente Avi Shiffmann che a soli 17 anni, ha creato un sito che consente di tenere traccia su infezioni, morti e guariti da coronavirus nel mondo, si chiama ncov2019.live, viene visto da 30milioni di persone al giorno e recentemente il giovane vincitore ha rifiutato una offerta d'acquisto da 8 milioni di dollari, per non speculare sull'emergenza sanitaria. Sul sito non compaiono nemmeno banner pubblicitari, perché rovinano l’esperienza, c'è solo un clic su “comprami un caffè” dove si può effettuare una donazione. A chiudere questa particolare edizione dei Webby è stato il Dj D Nice che ha vinto il premio come artista dell'anno grazie al dj set su Instagram tenuto ogni giorno in questi mesi di lockdown e che ha tenuto un party post evento, rigorosamente online, sul canale Instagram.

Tecnologia: I più letti