iCare Assistant, la sanità a portata di app con la realtà aumentata. VIDEO

Now

Chiara Piotto

Sviluppata da Engineering con la Regione Emilia Romagna e il comune di Bologna, la versione sperimentale permette di accedere a un "ultra-luogo" dove i servizi socio-assistenziali sono a portata di clic

Una app che ti guida da casa all'ambulatorio, fornendo indicazioni grazie alla realtà aumentata, informazioni sugli orari e interagendo con gli appuntamenti in calendario. iCare Assistant è uno strumento gratuito e a portata di smartphone, nato dalla collaborazione di Regione Emilia Romagna, Assessorato alla Sanità, ASL-Bologna e Comune di Bologna con Engineering, realtà impegnata nella trasformazione digitale.

Una simulazione in realtà aumentata

Il modello sperimentale si può già scaricare dallo store Android. Nella simulazione il cittadino viene guidato da casa propria alla Casa della Salute, dove viene riconosciuto e - sulla base delle prestazioni di cui ha bisogno e della rilevazione delle sue caratteristiche fisico-sanitarie - viene accompagnato con l’app all’interno dell’edificio, attraverso una navigazione 3D fino all’ambulatorio presso cui ha appuntamento. Una visita che può diventare immersiva se viene attivata la Realtà Aumentata, inquadrando lo spazio circostante con il proprio telefono. 

Il modello delle Case della Salute

Le Case della Salute sono il modello organizzativo dei servizi socio-assistenziali che la Regione Emilia Romagna sta realizzando su tutto il territorio: un unico luogo, vicino e abituale dove essere assistiti senza dover girare per il territorio e dove si concentrano tutti i professionisti e i servizi territoriali integrati di ambito sociale e sanitario. L'idea della app iCare Assistant nasce per offrire un nuovo modello, digitale, di fruizione dei servizi socio-assistenziali. 

Bonaccini: "Il futuro è già qui"

“La App che vediamo oggi è una sperimentazione, ci ricorda però come il futuro sia già qui", ha commentato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini. "Ciò che abbiamo chiaro è che vogliamo essere pronti ad affrontare alcune delle sfide non più rinviabili: il cambiamento climatico, lo sviluppo di nuovi materiali, la gestione della mobilità, la medicina personalizzata e predittiva. E stiamo realizzando qui, nel Tecnopolo di Bologna, dove avranno sede le più importanti istituzioni scientifiche nazionali, il Data center del Centro Meteo europeo, l’Agenzia nazionale Italia Meteo e il supercomputer europeo Leonardo, il luogo dove pensare e realizzare soluzioni nuove a disposizione della comunità regionale e non solo”.

Realtà aumentata per migliorare la vita delle persone

“Siamo particolarmente orgogliosi di aver sviluppato questo ambizioso progetto al fianco di una Regione virtuosa come l’Emilia Romagna, che ha riconosciuto nelle nuove soluzioni digitali gli strumenti necessari per progettare, prima in Italia, un nuovo standard di servizi per le persone nel prossimo futuro", ha dichiarato Dario Buttitta, Direttore Generale Pubblica Amministrazione e Sanità di Engineering, "Un lavoro che porta i vantaggi delle più avanzate tecnologie ai decisori della Pubblica Amministrazione locale per aumentare il valore offerto ai cittadini, e definire per i loro territori una nuova identità, quella di Augmented City, ossia città dove viene aumentato il modo di utilizzare il tempo, lo spazio e i servizi, migliorando la qualità della vita delle persone”. 

Tecnologia: I più letti