I videogiochi più attesi di settembre

Tecnologia

Federico Ercole

01_MHiceborne_GiochiSettembre2019_videogiochi

Per il giocatore appassionato o casuale sarà difficile scegliere cosa giocare tra la marea di titoli promettenti del mese. Dal ritorno di Gears of War al remake di Legend of Zelda Link’s Awakening, da Monster Hunter Iceborn a Borderlands 3

Dopo un’estate videoludica di altissimo livello durante la quale abbiamo potuto giocare opere già proclamate di culto come lo strategico e romanzesco Fire Emblem Three Houses, il teorico e astratto Control e il folgorante Astral Chain, ecco un settembre straripante di titoli che potrà mettere in crisi non solo le finanze pre-autunnali del videogiocatore ma la sua passione, costringendolo ad ardue scelte su quale opera interattiva scegliere per il ritorno dalle vacanze. Ci sono videogiochi per tutti i gusti e di ogni genere, dal colossal all’indie, tuttavia è innegabile che ognuno di questi titoli abbia una ragione per essere desiderabile anche in maniera trasversale alle proprie preferenze. Ecco i titoli imprescindibili di un settembre  mai così elettronico.

Monster Hunter Iceborn

MH Iceborn official site

Dopo essere stata un fenomeno in Giappone per anni, con milioni di copie vendute a ogni uscita ma permanendo in una nicchia in occidente, la mostruosa serie venatoria di Capcom è diventata un fenomeno oltre i confini nipponici grazie a Monster Hunter World per PS4, XBox One e PC che spopolò creando un esercito di nuovi cacciatori da quando venne lanciato, nel gennaio del 2018. 

Ecco dunque che giunge l’espansione del già gigantesco World. Si tratta di una versione ampliata, riveduta e potenziata del gioco originale come è consueto in Monster Hunter, ovvero Iceborn, che ci trasporterà in una perigliosa regione glaciale. Ma non pensate che si tratti solo di una “definitive edition” arricchita da un corposo contenuto scaricabile perché Iceborn è immenso, una nuova avventura in una terra mai esplorata che richiederà ai cacciatori di mostri virtuali, da soli offline o in multiplayer con altri tre giocatori, decine di ore di gioco per esplorare, sopravvivere e sconfiggere spaventose e micidiali creature inedite o già conosciute, ma variate e ancora più crudeli. Tornano quindi mostri dei passati episodi come il belluino Rajang o il fulminante Zinogre, ma faranno la loro comparsa bestie terrificanti che ci impegneranno in modi finora impensabili, come il solenne e algido drago Velkhana. 

Gears 5

Gears 5 official site

Dopo un quarto episodio che, sebbene risultasse godibile, brillava solo di una diffusa mediocrità, la nerboruta, ma non solo, saga di sparatutto sci-fi in terza persona di Gears of War arriva su Xbox One e Microsoft Windows  per ripristinare la dovuta fama delle avventure di Marcus e compagnia. 

Sviluppato da The Coalition, in questo quinto Gears c’è la tensione ad andare oltre i luoghi comuni ludici della serie, senza tuttavia snaturare il suo spirito. Ci sono dunque spazi aperti laddove l’esplorazione si fa più libera facendo leva su dei panorami davvero suggestivi, c’è una trama meno scontata e marziale che fa leva sull’eroica diserzione di una donna suggestionata da terrificanti visioni, c’è l’idea di un lungo viaggio e quindi di un’avventura alla scoperta dei segreti del mostruoso Sciame, boss giganteschi. 

Fondamentale sarà il “multiplayer” che è da sempre una delle vette ludiche di Gears of War, ma è importante che anche la modalità “storia” di questo nuovo, attesissimo episodio sia stata pensata non solo come appendice, ma come esperienza godibile e appassionante anche per chi gioca da solo.   

Legend of Zelda Link’s Awakening

Legend of Zelda Link’s awakening official site

Arriva su Switch il 20 settembre il rifacimento totale della quarta Leggenda di Zelda che originariamente uscì per Game Boy nel 1993. Un classico dell’avventura che nella sua nuova veste appare delizioso, tenero e inquietante insieme, tanto che risulta impossibile non essere sedotti  da un’estetica che potremmo definire “realismo pupazzesco”.  Senza stravolgere la struttura e la forma del Link’s Awakening dei tempi che furono, questo remake si limita a ridisegnare l’originale già perfetto nelle sue dinamiche ludiche e ancora oggi non obsoleto, rendendolo ancora più bello, colorato e vivo. Leggenda di Zelda che ci allontana dai territori consueti della saga inventata da Shigeru Miyamoto, Link’s Awekening comincia dopo un naufragio, facendoci risvegliare sulle spiagge insulari di Koholint, dove vivremo un’epopea che è nel contempo classica ed esotica, così fresca grazie ai suoi nuovi, tropicali orizzonti.  

Gli altri

Daymare 1998 official site

Ci sono altri colossi a settembre, come il terzo episodio di Borderlands per console e PC, saga tra sparatutto e gioco di ruolo di rara profondità ludica e narrativa che arriverà il 13 settembre, come lo spettacolare Daemon ex Machina per Switch con i suoi robottoni giganti.

Ci sono i giochi di ruolo d’azione come l’oscuro Greedfall e il meccanico The Surge 2, che potrebbero rivelarsi delle sorprese. Poi ecco la versione per Switch di quel capolavoro giapponese uscito l’anno scorso che è Dragon Quest XI e l’avvento sulla stessa console del meraviglioso Ori and the Blind Forest.

E per ultimo, attessissimo, c’è l’italiano Daymare 1998, che uscirà finalmente per console e PC il 17 settembre. Si tratta di un “survival horror” ispirato ai classici del genere come i primi Resident Evil che potrebbe portare nuovo lustro all’Italia del videogioco. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24