La mobilità urbana di Seat: Arona, Ateca e Tarraco

Drive Club

Piccolo, medio e grande. I tre diversi suv Seat per muoversi dentro e fuori città. Li abbiamo provati su strada a Verona

Dopo Ateca e Arona si completa la squadra dei suv di Seat con Tarraco. 

Seat Arona

Il piu piccolo dei suv Seat è una macchina molto maneggevole, adatta come seconda vettura per le famiglie. Pensate che è disponibile anche a metano, venendo incontro alle nostre tasche (pieno 4€ per 100 km) e ad esigenze di mobilità sostenibile. Unico suv al momento sul mercato nella motorizzazione a gas, Arona rientra nella categoria degli sport utility vehicle del cosiddetto segmento B. La sua alimentazione monofuel abbassa anche i costi di esercizio, garantendo l'esenzione dall'ecotassa. Poco più di 4 metri di lunghezza le garantiscono grande agilità nelle strade cittadine e un prezzo sotto ai 15 mila euro per una versione full optional. Interni curati con un abitacolo comodo fino a 4 persone, baule capiente, smartphone replicabile sul display. Ottima la trasmissione, la versione diesel paga qualcosa ai bassi regimi. Secondo le stime di SEAT, la Arona è acquistata per il 75% da uomini ed è utilizzata prevalentemente per gli spostamenti casa-lavoro con una media oltre 13mila km percorsi all’anno.

Seat Ateca

Ateca è il SUV Seat che sta nel mezzo, come dimensioni, dotazioni, estetica, spazi. Sul divanetto posteriore si viaggia molto comodi in due, ma anche in 3 lo spazio è sufficientemente confortevole. Disponibile nelle versioni benzina e diesel, entrambe da 116 cavalli, ma anche nella duemila turbo diesel da 150 CV. Prezzo di partenza? 20.500 euro. Secondo Seat chi compra Ateca è indistintamente uomo o donna, ha dai 30 ai 50 anni e percorre meno di 20.000 chilometri l’anno.

Seat Tarraco

Ultimo tassello del mosaico è Tarraco, l'ammiraglia di Seat. 4 metri e 74 per un SUV che risponde in pieno alle esigenze di una famiglia con figli. 5 posti, ma anche 7, se vogliamo. Due sedili aggiuntivi a scomparsa posizionati nel bagagliaio infatti permettono di ospitare un paio di passeggeri in più. Insomma, fuori da scuola, all'occorrenza, può diventare un confortevole mini scuola bus. Il baule, se consideriamo i sedili aggiuntivi reclinati, diventa un ripostiglio con una capacità che arriva fino a 1920 litri. In attesa della versione ibrida plug in da oltre 200 CV sono disponibili i motori benzina e turbo diesel da 150 o 190. Lo sterzo è preciso, i movimenti fluidi e la sportività di guida, quando necessaria, assicurata. Connettività e sicurezza non mancano: Apple CarPlay, Android Auto ediversi sistemi di assistenza alla guida tra cui la frenata automatica di emergenza, l’allarme anti-colpo di sonno e il line assist. Prezzo 24mila euro.

Tecnologia: I più letti