Netflix, il fondatore Reed Hastings si è dimesso dal ruolo di Ceo

Tecnologia
©Getty

Dopo un lungo periodo di alti e bassi, segnato dall'avvio delle trasmissioni in live e da una situazione finanziaria molto al di sotto delle aspettative, è arrivato l’annuncio delle dimissioni. Il suo posto verrà preso da Greg Peters, che si unirà a Ted Sarandos, nominato co-amministratore delegato nel luglio 2020

 

ascolta articolo

Reed Hastings, 62 anni, l’uomo che ha cambiato lo scenario dell’intrattenimento in streaming, il co-fondatore e amministratore delegato di Netflix, ha annunciato che lascerà il ruolo di Ceo. Dopo ventisei anni di vita della compagnia, nata quando ancora si inviavano per posta i Dvd agli abbonati, arriva il momento dell’addio. Il suo posto verrà preso da Greg Peters, che si unirà a Ted Sarandos, nominato co-amministratore delegato nel luglio 2020. “Negli ultimi due anni e mezzo - ha spiegato Hastings agli azionisti - ho sempre più delegato a loro la gestione di Netflix” che ha funzionato nonostante le difficoltà legate alla pandemia. “E’ stato un battesimo di fuoco - ha aggiunto - ma entrambi hanno gestito la situazione in modo incredibile, garantendo a Netflix di continuare a migliorare e a crescere lungo un percorso che ha accelerato il fatturato e incrementato i guadagni”.

Un anno difficile per via dei rivali

vedi anche

I migliori film in streaming e al cinema di gennaio 2023

Netflix è sotto pressione per via della contrazione della spesa degli abbonati e per la competizione sempre più aggressiva di Walt Disney Co, Amazon e di altre corporation che stanno puntando sulla tv online e sui film da trasmettere in streaming. Nella prima metà del 2022 Netflix aveva sconvolto Wall Street, con l’annuncio della perdita di oltre 200 mila abbonati. Poi i numeri sono migliorati nella seconda metà dell’anno, al punto che la compagnia ha chiuso il 2022 con 231 milioni di abbonati, e 7,7 milioni di nuovi clienti registrati nell’ultimo trimestre. “Il 2022 - ha ammesso Hastings - è stato un anno difficile con un rimbalzo all’inizio e un finale più brillante”.

 

"Resterò focalizzato sull'andamento in Borsa"

vedi anche

Steven Spielberg ha confessato che gli piacerebbe girare una serie tv

Nonostante le dimissioni, Hastings non perderà un posto di rilievo: resterà il più grande azionista, con il due per cento delle quote e una fortuna personale che, secondo Forbes, si aggira sui 3,3 miliardi di dollari. “Spenderò più tempo nella filantropia - ha promesso - e resterò molto focalizzato sull’andamento dei titoli in Borsa di Netflix”.

 

Reed Hastings Ceo Netflix - ©Getty

Tecnologia: I più letti