L’asteroide “Divinacommedia” nell’obiettivo dell’astrofisico Masi

Tecnologia

Il Working Group for Small Bodies Nomenclature dell’IAU, ha approvato la denominazione lo scorso 16 giugno. "Ho sempre amato il capolavoro dell’Alighieri e ammirato la costante presenza del tema celeste in tutte le sue opere" ha commentato l’astrofisico 

Gianluca Masi, astrofisico e Responsabile scientifico del Virtual Telescope e coordinatore per l’Italia dell’Asteroid Day, è stato lo scopritore, nel 2003 di un asteroide dal nome legato ad uno dei grandi capolavori della letteratura italiana: Divinacommedia. La notte scorsa Masi ha di nuovo fotografato l’asteroide come omaggio per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

La scelta del nome

approfondimento

Amor mi mosse, l'edizione definitiva del fumetto dedicato a Dante

A giugno l’International Astronomical Union (IAU) ha assegnato ufficialmente all’asteroide (65487) 2003 CD20 il nome “Divinacommedia”, in orbita attorno al Sole. Il Working Group for Small Bodies Nomenclature dell’IAU, ha approvato la denominazione lo scorso 16 giugno. Da quel momento, pertanto, il nome "Divinacommedia" entra ufficialmente nella nomenclatura astronomica. "Ho sempre amato il capolavoro dell’Alighieri e ammirato la costante presenza del tema celeste in tutte le sue opere - ha commentato l’astrofisico - sono particolarmente felice e grato al Gruppo di Lavoro della IAU per aver accolto la mia richiesta".

La scoperta

approfondimento

La Divina Commedia, il Dante versione manga di Go Nagai

Scoperto nel 2003  si trova mediamente a 381 milioni di chilometri dal Sole, nella cosiddetta Fascia degli Asteroidi. Ha un diametro stimato di circa 3 chilometri e impiega quasi tre ore e mezza per ruotare su se stesso. Se nel febbraio del 2003, Masi operava sotto i cieli del Cile, questa volta l’astro è stato ripreso da Ceccano (Frosinone), dove sono installati gli strumenti altamente tecnologici parte del progetto Virtual Telescope, fondato proprio da Masi nel 2006. L’immagine precedente, ottenuta il 12 settembre 2021, mostra l’asteroide (65487) “Divinacommedia” mentre si trovava a circa 290 milioni di km dalla Terra, tra le stelle della costellazione di Cetus (Balena).

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24