Minori sui social, Garante apre fascicolo su Facebook e Instagram

Tecnologia

La verifica, scaturita dopo il caso della bambina di Palermo e la conseguente richiesta di maggiori controlli a Tik Tok, sarà estesa anche agli altri social

Facebook e Instagram finiscono sotto la lente d'ingrandimento del Garante per la protezione dei dati personali a tutela dei minori sui social. Si tratta di un ulteriore intervento da parte dell’Autorità scaturito dopo il caso della bambina di Palermo e la richiesta di maggiori controlli a TikTok. Ieri è stato aperto un fascicolo su Facebook e Instagram, con la richiesta di  chiarimenti sulle attività che la minore svolgeva sui social, in particolare sul fatto che sembrerebbe che avesse vari profili, secondo notizie diffuse da alcuni articoli di stampa. Obiettivo del Garante è indagare su quanti e quali profili avesse la minore e, qualora questa circostanza venisse confermata, su come sia stato possibile, per una minore di 10 anni, iscriversi. Per questo ha chiesto a Facebook, che controlla Instagram, una serie di informazioni su questi account e soprattutto di fornire precise indicazioni sulle modalità di iscrizione ai due social e sulle verifiche dell'età dell'utente adottate per controllare il rispetto dell'età minima di iscrizione. Facebook dovrà dare riscontro al Garante entro 15 giorni. La verifica dell'Autorità sarà estesa anche agli altri social, in particolare riguardo alle modalità di accesso alle piattaforme da parte dei minori. 

Facebook: "Collaboreremo pienamente con Garante Privacy"

"In questo tragico momento, le nostre più sentite condoglianze vanno alla famiglia della bambina. Sicurezza e privacy sono le più grandi priorità per Facebook e Instagram. Collaboreremo pienamente con l'Autorità Garante per la privacy". Con queste parole un portavoce di Facebook ha commentato il fascicolo aperto dal Garante dopo il caso della bambina di Palermo.

TikTok: "Comunicate a Garante linee d'azione"

"Abbiamo comunicato al Garante delle linee d'azione in risposta alle preoccupazioni sollevate, che prendiamo con la massima serietà", ha commentato invece un portavoce di TikTok. "In TikTok la sicurezza della nostra community - in particolare degli utenti più giovani - è la nostra priorità. Mettiamo a disposizione degli adolescenti e delle loro famiglie solidi controlli di sicurezza e risorse sulla nostra piattaforma e aggiorniamo regolarmente le nostre policy e misure di protezione come parte del nostro continuo impegno nei confronti della nostra community".

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.