Sony potrebbe essere al lavoro su due progetti legati a Silent Hill

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

Uno dovrebbe essere un soft reboot della saga, affidato ad alcuni degli autori originali e ai membri di Project Siren. L’altro potrebbe essere legato al progetto Silent Hills, il cui sviluppo è fermo dal 2015 

Silent Hill, una delle più apprezzate serie survival horror, potrebbe presto fare il suo ritorno sulla scena videoludica: lo indicano alcuni rumor citati dal sito Rely on Horror e ripresi anche dall’insider Aesthetic Gamer, che nelle scorse settimane ha svelato anche alcune indiscrezioni sullo sviluppo di Resident Evil 8. L’aspetto più interessante dell’intera vicenda è che i progetti legati alla saga sarebbero ben due. Il primo dovrebbe essere un soft reboot affidato ad alcuni degli autori originali, tra cui Masahiro Ito (l’artista che ha curato il design dei mostri presenti nei primi quattro capitoli), Akira Yamaoka (il compositore che ha curato la colonna sonora della serie) e Keiichiro Toyama (il direttore del primissimo Silent Hill). Inoltre, dovrebbero essere coinvolti anche vari membri di Project Siren, team noto per l’omonima serie horror e i due Gravity Rush. Il gioco sarebbe già in sviluppo e dovrebbe approdare sia su PlayStation 4 che su PlayStation 5.

Silent Hills è pronto a tornare?

La seconda novità legata al mondo di Silent Hill riguarda il possibile ritorno del progetto “Silent Hills”, i cui lavori sono stati interrotti nel 2015. Sony, infatti, starebbe tentando di ricucire i rapporti tra Hideo Kojima e Konami, notoriamente burrascosi da alcuni anni. Stando ai rumor, la software house starebbe valutando i possibili vantaggi derivanti da una collaborazione con Kojima Productions e dal ritorno sulla scena videoludica della sua saga survival horror. Silent Hills dovrebbe sfruttare le potenzialità del PlayStation VR e mettere a disposizione del giocatore un’esperienza story driven, naturalmente curata al 100% dall’autore di Death Stranding e Metal Gear Solid. Queste voci di corridoio ricordano da vicino quelle che vorrebbero l’attore Norman Reedus, noto per aver prestato le proprie fattezze a Sam Bridges, e Hideo Kojima coinvolti in un nuovo progetto, che parrebbe essere proprio un videogioco survival horror. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24