Dante's Inferno ha spento dieci candeline

Tecnologia
Dante's Inferno (Electronic Arts)

È trascorso un decennio dal giorno in cui Visceral Games sviluppò l’action adventure in terza persona ispirato alla prima parte della Divina Commedia  

Dante’s Inferno ha spento 10 candeline. È passato un decennio dal giorno in cui Visceral Games sviluppò l’action adventure in terza persona ispirato alla prima parte della Divina Commedia.
Il protagonista del titolo, proprio come il poema da cui trae ispirazione, è Dante, impegnato in un percorso di vendetta e redenzione attraverso l’inferno per salvare l’amata Beatrice.
Sviluppato dagli autori di Dead Space, popolare videogioco di fantascienza survival horror pubblicato per la prima volta da Electronic Arts nel 2008, Dante’s Inferno teletrasporta i videogiocatori nell’inferno dantesco, la prima delle tre cantiche della Divina Commedia.

La trama di Dante’s Inferno

Il protagonista del titolo non è il poeta innamorato che firmò la Divina Commedia, bensì un soldato della Terza Crociata che lotta con forza e vigore per salvare Beatrice.
I videogiocatori sono chiamati, utilizzando la Falce della Morta e la magia, a sconfiggere i mostri infernali, reclamando le loro anime dopo la loro morte.
Le anime dei nemici annientati sono fondamentali per proseguire nel gioco, in quanto possono essere utilizzate per acquisire miglioramenti e mosse speciali.
“Doma e prendi il controllo di gigantesche creature infernali, utilizzandole per combattere altri avversari, risolvere enigmi, e superare ostacoli lungo il tuo viaggio. Punisci o assolvi i dannati a tua discrezione!”, scrivono gli sviluppatori nella pagina di presentazione del videogioco.

I nove cerchi dell’inferno

Durante l’avventura, che comprende i novi cerchi dell’inferno presenti anche nella Divina Commedia, il titolo ripropone alcuni degli incontri più celebri di Dante e Virgilio e dei loro dialoghi.
Nel girone dei lussuriosi, per esempio, il protagonista del titolo è chiamato a raggiungere la cima della torre fallica, vincendo la forte bufera che oltre ad ostacolare l’impresa scaglia le anime contro le rocce. Nella Divina Commedia, nello stesso girone, le anime dell’inferno venivano travolte dal “vento della passione”.
Tra le 27 anime dell’infermo con cui interagisce il protagonista del titolo ci sono alcuni dei personaggi più celebri del poema, quali Paolo e Francesca, Cavalcante de' Cavalcanti, Filippo Argenti, Brunetto Latini o il Conte Ugolino.  

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24