Apple, un team segreto lavora a tecnologie satellitari: i possibili utilizzi

Tecnologia

Il progetto, svelato da Bloomberg, sarebbe stato avviato da poco: le nuove tecnologie potrebbero servire a garantire connettività Internet agli iPhone sostituendo gli operatori, ma anche a migliorare geolocalizzazione e mappe 

Un team segreto di Apple composto da una dozzina di ingegneri, specializzati in vari campi, sarebbe al lavoro su un progetto per lo sviluppo di tecnologie satellitari con l’obiettivo di trasmettere i dati direttamente agli iPhone, riducendo così la dipendenza dagli operatori mobile. Lo rivela un articolo di Bloomberg, che ha ascoltato persone informate sull’argomento: i piani di Cupertino sarebbero stati avviati da poco e potrebbero ancora essere abbandonati, a seconda degli esiti. Tuttavia, per il Ceo Tim Cook la costruzione dei satelliti sarebbe una priorità per Apple, che vorrebbe ottenere i primi risultati entro cinque anni.

Perché Apple vuole sviluppare tecnologie satellitari

Apple sta segretamente lavorando alla costruzione di satelliti per Internet, e alle relative tecnologie, per molteplici ragioni. Da un lato, il primo fine dell’azienda sembrerebbe quello di garantire traffico dati agli iPhone senza la necessità di affidarsi ai vari operatori, ma il progetto rimane aperto a più utilizzi ancora da stabilire. Ad esempio, secondo Bloomberg, le tecnologie satellitari potrebbero sostituire le reti tradizionali per connettere più device tra loro o potrebbero essere sfruttate per migliorare la geolocalizzazione, e con essa anche le mappe di Cupertino. Apple ha mosso soltanto i primi passi in questa direzione e pur avendo assoldato al momento circa una dozzina di ingegneri provenienti dai settori aerospaziale, satellitare e di design per le antenne, le fonti ascoltate da Bloomberg spiegano che c’è ancora possibilità che il progetto venga abbandonato. In ogni caso, questo non rispecchierebbe il volere di Tim Cook: il Ceo ha chiesto che la comunicazione satellitare venga inserita tra le priorità di Apple per i prossimi anni, motivo per cui l’azienda sarebbe pronta ad aggiungere esperti software e hardware al proprio team segreto.

Apple e i satelliti: i punti da chiarire

Nel 2017 Apple assunse John Fenwick e Michael Trela strappandoli a Google, per cui i due conducevano ricerche proprio nell’ambito satellitare. All’epoca il ruolo ricoperto da Fenwick e Trela rimase sconosciuto, ma Bloomberg ha ora rivelato che i due sono a capo del team dedicato allo sviluppo di tecnologie legate ai satelliti. Il progetto, almeno da fuori, rimane per il momento in parte nebuloso: ad esempio, resta da chiarire se Apple voglia dotarsi di una propria costellazione di satelliti o preferisca sviluppare apparecchiature a terra che utilizzino poi i dati provenienti da satelliti già esistenti, trasmettendoli poi a dispositivi mobile.

Tecnologia: I più letti