Instagram testa "Threads", la nuova app di messaggistica

Tecnologia
La nuova app dovrebbe permettere di condividere con gli amici più stretti testi, contenuti multimediali e informazioni come la posizione (foto: archivio Getty Images)

La nuova applicazione dovrebbe consentire la condivisione, all'interno di una lista ristretta di amici, di testi, contenuti multimediali e alcune indicazioni come posizione e autonomia della batteria

Instagram sta testando tra i suoi dipendenti una nuova app di messaggistica chiamata "Threads". L'applicazione, secondo quanto scrive The Verge, dovrebbe consentire la condivisione di testi, contenuti multimediali e alcune altre informazioni (come posizione e autonomia della batteria) all'interno di una lista ristretta di amici. Threads potrebbe rappresentare una nuova sfida di Facebook, proprietario di Instagram, a Snapchat.

Il progetto

Secondo le prime indiscrezioni, la nuova applicazione dovrebbe essere in linea con le indicazioni fornite dal numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, alla conferenza degli sviluppatori dello scorso maggio. Threads, infatti, consentirebbe una comunicazione più intima tra gli utenti rispetto al servizio fornito dalle bacheche di Facebook. Secondo The Verge, infatti, sarebbe possibile ad esempio utilizzare la fotocamera del proprio dispositivo per catturare foto e video da inviare direttamente agli amici più stretti. Si tratterebbe, quindi, di un'app di messaggistica pensata per i contatti più vicini all'utente, un servizio molto simile a quello che, ad oggi, fornisce Snapchat. Al momento, però, non è stata ancora divulgata una data ufficiale per la possibile distribuzione pubblica della app.

Il flop di Direct e l'obiettivo dell'integrazione

I test su Threads rappresentano un definitivo addio a Direct, l'app per i messaggi privati recentemente arrivata al capolinea dopo un breve periodo di test pubblico. Lo sviluppo di questo software era partito dalla fine del 2017, ma dai test era emersa la ritrosia degli utenti nel dover passare da Instagram ad una seconda app tutte le volte che volevano inviare un messaggio. L'idea di sviluppare nuovi software di messaggistica, però, non è stata abbandonata. Sullo sfondo dei singoli progetti, c'è poi sempre l'intento, confermato dallo stesso Zuckerberg alcuni mesi fa, di integrare i servizi Instagram, WhatsApp e Messenger, tutti appartenenti al medesimo proprietario.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24