FaceApp, come funziona l'app per invecchiare il viso su Instagram

Tecnologia

Divenuta celebre già nel 2017, l’app per selfie che permette di ottenere una versione ringiovanita o invecchiata del soggetto è tornata in voga grazie ai miglioramenti che la rendono ancora più realistica

Spopola su Instagram e su altri social in queste ore la FaceApp Challenge, una sfida al selfie più divertente scattato con la celebre applicazione che permette di invecchiare o ringiovanire il proprio viso. Il software non è una novità assoluta, avendo debuttato ormai diversi anni fa: tuttavia, i risultati raggiunti recentemente dall'applicazione in termine di precisione e realismo avrebbero portato molti utenti a riproporre i propri autoscatti. L'app è scaricabile gratuitamente sia dall'App Store di iOS che da Google Play Store e sfrutta l'Intelligenza Artificiale per modificare le sembianze del viso e invecchiare o ringiovanire i soggetti ritratti.

Il ritorno di FaceApp

FaceApp è tornata. Nelle ultime ore non sarà stato difficile imbattersi su Twitter, Instagram o Facebook nelle foto pubblicate dai propri contatti che hanno deciso di prendere parte alla FaceApp Challenge. Gli ultimi aggiornamenti dell'app hanno infatti reso i selfie ancora più realistici, merito dell'Intelligenza Artificiale che permette di ottenere una versione invecchiata o ringiovanita del volto ritratto nella foto. Il risultato finale sorprende per precisione e dettaglio: se si decide per esempio di fare un salto nel futuro, FaceApp restituirà un soggetto con tanto di rughe e capelli bianchi. Si tratta dell'opzione più popolare di un'app che, in ogni caso, mette a disposizione anche molti altri filtri, la maggior parte dei quali è riservata a chi è disposto a sbloccare la versione a pagamento al prezzo di 1,99 euro al mese, 19,99 euro all'anno o 43,99 euro per goderne senza limiti di tempo. In questo modo gli utenti possono utilizzare anche i filtri più esclusivi, come quello che consente ad esempio di trasformare un viso maschile in uno femminile.

FaceApp spinta dalle celebrità

Come già sottolineato, FaceApp è ormai in circolazione da diverso tempo, abbastanza da vantare oltre 720.000 valutazioni sul Google Play Store, con un punteggio complessivo superiore alle 4 stelle. Già nel 2017 il successo dell'app era stato tale da portare alla diffusione di alcuni scatti che raffiguravano i giocatori dell'Inter in versione anziana. Più recentemente, sulla scia dell'ultima FaceApp Challenge, è stato il cantante Lee Ryan a pubblicare su Instagram un selfie che lo ritrae invecchiato e con i capelli bianchi. Nel 2017, in seguito a una segnalazione di Mashable, l'applicazione fu protagonista di un caso controverso per via della presenza del filtro 'hot', che apparentemente schiariva la pelle delle persone di colore, modificandone inoltre i tratti del viso. In quell'occasione, il Ceo e fondatore di FaceApp Yaroslav Goncharov si scusò parlando di un "effetto collaterale" delle reti neurali alla base del sistema di Intelligenza Artificiale.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24