Google, da Sidewalk Labs il piano per portare Toronto nel futuro

Tecnologia

Marciapiedi riscaldati e tettoie automatiche per proteggere dalla pioggia: è questo il progetto da 3 miliardi di dollari della società controllata da Alphabet, ‘madre’ di Google, per trasformare Toronto in smart city 

Toronto è pronta a cambiare volto e diventare una smart city grazie al progetto presentato da Sidewalk Labs, la divisione di sviluppo urbano intelligente di Alphabet, società madre di Google. La ristrutturazione in chiave tecnologica della città canadese riguarderà due quartieri affacciati sul lago Ontario e prevederà l’installazione di semafori e piste ciclabili smart, per un’opera dal costo totale di circa 3 miliardi di dollari. Il piano presentato da Sidewalk Labs ha richiesto 18 mesi per la progettazione ed è contenuto in un dossier da 1524 pagine.

Le difficoltà del progetto di Sidewalk Labs

Secondo il CEO di Sidewalk Labs Dan Doctoroff la redazione del piano di sviluppo è stata particolarmente difficile, tanto da essere paragonata a “un cubo di Rubik con 50 facce”, come riporta Cnet. La società sussidiaria di Alphabet, di cui Google è una controllata, ha infatti dovuto affrontare le critiche dell’organizzazione Toronto Waterfront, che aveva definito il progetto “prematuro” e aveva espresso preoccupazione sulla raccolta dei dati personali, ottenuti per esempio da sensori preziosi a stabilire quante persone utilizzano determinate strutture pubbliche. Sidewalk Labs ha tuttavia rassicurato i cittadini, affermando che le informazioni non saranno vendute a terze parti o usate a scopi pubblicitari.

Toronto: il piano per trasformarla in smart city

Quayside e Villers West sono i due quartieri dai quali dovrebbe cominciare la trasformazione di Toronto in una città del futuro. I lavori, che dovrebbero iniziare nel 2022 salvo difficoltà riguardanti l’ottenimento dei permessi, comprenderebbero l’installazione di tettoie automatiche per proteggere le persone da acquazzoni, strutture realizzate in legno all’insegna della sostenibilità ambientale, wi-fi pubblico e nuove strutture abitative economiche, oltre a marciapiedi illuminati e riscaldati per combattere il freddo invernale. Secondo quanto riportato dal Guardian, il progetto dovrebbe creare 44.000 posti di lavoro e coprire in totale un’area di 77 ettari: Sidewalk Labs lavorerà inizialmente soltanto su 19 ettari, completando l’estensione qualora le innovazioni pilota si dimostrino di successo. Inoltre, tra le proposte effettuate ci sarebbe la costruzione del nuovo quartier generale canadese di Google proprio in uno dei quartieri smart.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24