Apple, nel 2020 in arrivo tre nuovi iPhone, due compatibili con 5G

Tecnologia

L'indiscrezione giunge da Ming-Chi Kuo, uno dei più affidabili analisti Apple, secondo il quale i nuovi modelli sostituiranno il display Lcd con uno schermo Oled e presenteranno sostanziali cambiamenti anche nelle dimensioni 

Ming-Chi Kuo, uno dei più affidabili analisti in materia Apple, celebre per le sue previsioni rivelatesi spesso azzeccate, ha svelato che il prossimo anno, nel 2020, l’azienda di Cupertino lancerà tre nuovi smartphone, due dei quali saranno compatibili con le nuove reti 5G, mentre il terzo manterrà la connettività Lte. Secondo l’esperto, le cui anticipazioni sono state riprese dal sito The Verge, altre novità sono attese anche per quanto riguarda le dimensioni e lo schermo.

Schermo Oled e tripla fotocamera posteriore

Che il 2020 sarà l’anno dell’ingresso di Apple nel mondo del 5G è noto da tempo. Ora, però, arriva anche la conferma, seppur non definitiva, di una delle più autorevoli voci quando si parla dell’azienda californiana, quella dell’analista Ming-Chi Kuo, secondo il quale il prossimo anno due dei tre nuovi iPhone che vedranno la luce supporteranno la connessione alle reti di quinta generazione. Stando alle anticipazioni di Kuo, il modello 5G top di gamma avrà un display da 6,7”, più grande rispetto all’ultimo dispositivo di punta, che misurava 6,5”, mentre il secondo avrà un pannello da 5,4”, più piccolo rispetto al passato. Lo smartphone Lte, invece, sarà da 6,1”. Secondo l’analista, inoltre, i nuovi modelli abbandoneranno il display Lcd, che verrà sostituito da uno schermo Oled.
Infine, secondo altri rumor, le novità riguarderanno anche il comparto fotografico, che sarà composto da tre fotocamere posteriori, inserite all’interno di un quadrante posto nella scocca.

Apple pronta a produrre iPhone fuori dalla CIna

Le recenti tensioni tra Stati Uniti e Cina sul caso Huawei potrebbero avere ripercussioni anche su Apple, la cui produzione di iPhone destinati al mercato Usa è situata, per lo più, proprio nel paese asiatico. Secondo il Wall Street Journal, infatti, Foxconn, una delle principali fornitrici dell’azienda di Cupertino, sarebbe pronta ad offrire il proprio aiuto per spostare la produzione fuori dalla Cina.

Tecnologia: I più letti