WhatsApp, in arrivo gli annunci pubblicitari negli status: ecco quando

Tecnologia
Immagine di archivio (Ansa)

Dal 2020 Facebook è pronto a introdurre nella sezione Stato dell’app di messaggistica annunci pubblicitari simili a quelli delle Storie di Instagram 

Con oltre 1,5 miliardi di utenti ogni mese in tutto il mondo, WhatsApp ha un potenziale enorme per gli inserzionisti: presto, la piattaforma di proprietà di Facebook inizierà a sfruttare questa visibilità, inserendo all’interno dell’app annunci pubblicitari. Le indiscrezioni riguardanti la volontà di WhatsApp di integrare la pubblicità nel proprio servizio si rincorrevano ormai da diversi mesi, ma la conferma ufficiale è arrivata soltanto pochi giorni fa al Facebook Marketing Summit tenuto in Olanda, come mostrato da alcune slide pubblicate su Twitter dall’esperto Matt Navarra. Gli annunci pubblicitari su WhatsApp, più precisamente nella sezione Stato, dovrebbero debuttare ufficialmente nel 2020.

Pubblicità nello Stato di WhatsApp

Come poter inserire le pubblicità su WhatsApp per sfruttare la sconfinata base di utenti della piattaforma, senza però sollevare malumori? Facebook ha cercato di risolvere questo rompicapo per diverso tempo, decidendo infine di ispirarsi, almeno in parte, a quanto accade già su Instagram, anch’essa di proprietà di Menlo Park. Dal 2020, infatti, gli annunci pubblicitari verranno integrati solamente nella sezione Stato di WhatsApp, molto simile alle più conosciute Storie: visualizzando i contenuti pubblicati, il nome dell’inserzionista sostituirà le informazioni del contatto, offrendo la possibilità di aprire la vera e propria pagina promozionale facendo ‘swipe up’, esattamente come succede nel social fotografico.

Annunci non invasivi

Come sottolineato da 9to5google, la scelta di includere la novità soltanto nella sezione Stato è indice della volontà di WhatsApp di trovare un metodo che non risulti troppo invasivo per gli utenti, abituati ormai da anni a utilizzare l’app di messaggistica senza la presenza di annunci pubblicitari. Allo stesso tempo, era ovvio che Facebook cercasse nuovi modi di monetizzare tramite WhatsApp, vista la popolarità della piattaforma. Tra le funzioni annunciate al Facebook Marketing Summit, dedicate però al business, ci sarebbe inoltre un’integrazione del catalogo prodotti tra WhatsApp, Facebook e Instagram, che permetterebbe di aprire una nuova chat sull’app di messaggistica toccando semplicemente l’annuncio di un inserzionista. Secondo quanto riportato dal Financial Times, WhatsApp dovrebbe supportare presto anche i pagamenti mobile, gestiti da un nuovo centro europeo in apertura a Londra

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24