Pagamenti su WhatsApp: Facebook pensa a Londra per nuova base europea

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

La capitale inglese sarebbe la sede scelta dalla società per il centro adibito a gestire i pagamenti mobile tramite l’app, che dovrebbero debuttare entro fine 2019. Previste 100 assunzioni 

WhatsApp starebbe pianificando l’apertura di un nuovo centro europeo con sede a Londra incaricato della gestione dei pagamenti effettuati tramite l’app. Secondo un’indiscrezione lanciata dal Financial Times e confermata da Forbes, Facebook vorrebbe debuttare in questo nuovo settore sfruttando la piattaforma di messaggistica, prevedendo l’assunzione di circa 100 persone che lavorino allo sviluppo della nuova funzione. Implementando questa caratteristica nella popolarissima app, che vanta oltre un miliardo di utenti attivi nel mondo, Menlo Park darebbe battaglia direttamente ai colossi di questo ambito come Visa e MasterCard.

WhatsApp: pagamenti semplici come inviare foto

Parlando del tema durante la conferenza annuale F8, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg aveva definito le transazioni una delle aree in cui “c’è l’opportunità di rendere le cose molto più semplici”. Secondo l’idea del Ceo del social network, infatti, “inviare dei soldi a qualcuno dovrebbe essere tanto semplice quanto mandare una fotografia”: il piano sarebbe quello di lanciare i pagamenti mobile su WhatsApp entro il 2019, dopo una fase di test in India, su circa un milione di persone, che starebbe fornendo risposte positive. Per rendere possibile questo progetto, Facebook starebbe quindi pensando di estendere il team di risorse che lavorano a WhatsApp, attualmente di circa 400 persone, con ulteriori 100 assunzioni da ripartire tra il nuovo centro di Londra e il quartier generale europeo di Menlo Park a Dublino.

WhatsApp pronta alla seconda decade

Matt Idema, direttore operativo di WhatsApp, ha spiegato a Forbes che la società è pronta a “lavorare con alcuni dei migliori esperti tecnici e operativi sia a Londra che Dublino per condurre WhatsApp nella sua seconda decade” per far sì che la collaborazione aiuti a fornire “i pagamenti e altre grandi funzioni per gli utenti di tutto il mondo”. Secondo le informazioni raccolte da Bloomberg, inoltre, la scelta di Londra come sede del nuovo centro operativo per gestire i pagamenti mobile non sarebbe casuale: la capitale inglese è un importante punto di attrazione per gente proveniente da paesi nei quali WhatsApp è ampiamente diffuso, come ad esempio l’India.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24