Spotify testa le pubblicità interattive che parlano all’utente

Tecnologia
Immagine di archivio (Ansa)

Inizialmente la società sperimenterà i nuovi annunci negli Usa per promuovere i propri podcast e playlist. Una voce interagirà con l’ascoltatore, che potrà però disattivare l’opzione 

Spotify vede crescere a passo svelto il proprio servizio Premium ma non ha intenzione di trascurare la sezione free, supportata dagli introiti pubblicitari. Per questo, l’azienda è in procinto di sperimentare negli Stati Uniti nuovi annunci interattivi in grado di comunicare vocalmente con l’utente, spingendolo a sua volta a scoprire di più sui contenuti promossi tramite comandi verbali. Come spiega TechCrunch, la compagnia svedese debutterebbe in questo ambito cercando di sponsorizzare alcuni prodotti di casa, come playlist e podcast, prima di valutare se estendere l’utilizzo degli annunci pubblicitari che prevedono l’interazione con gli utenti.

Spotify lavora ad audio più immersivi

Rendendo noti i risultati finanziari dei primi tre mesi del 2019, Spotify ha annunciato di aver raggiunto una base di 100 milioni di utenti per il servizio Premium disponibile in abbonamento. Tuttavia, sono almeno altrettanti coloro che utilizzano la piattaforma di streaming musicale gratuita, senza poter selezionare personalmente l’ordine delle tracce e accettando la presenza della pubblicità. Spotify è ben consapevole di quanto anche la parte free della propria offerta sia fondamentale e redditizia; a inizio febbraio un comunicato firmato dal fondatore Daniel Ek ribadiva il ruolo centrale del contenuto audio, facendo riferimento all’opportunità data dal mondo dei podcast e da un’esperienza destinata a divenire sempre più “immersiva”. Ora, negli Stati Uniti Spotify estenderà quell’esperienza anche agli annunci pubblicitari, che parleranno direttamente con l’utente.

Gli annunci pubblicitari interattivi di Spotify

Per il momento, l'Intenzione di Spotify è testare l’efficacia degli annunci vocali per promuovere i propri prodotti, tra i quali il nuovo podcast 'Stay Free: The Story of the Clash’ e una playlist sponsorizzata da Unilever e la sua linea Axe. Secondo quanto riportato da TechCrunch, la pubblicità incoraggerà l’ascoltatore a rispondere con specifici comandi per interagire con il contenuto dell’annuncio per scoprire di più. Spotify proporrà questa funzione durante un periodo di prova, durante il quale in ogni caso gli utenti potranno disattivare gli annunci pubblicitari vocali direttamente nelle impostazioni o semplicemente rispondendo “riproduci ora” quando la voce cercherà di interagire. A seconda del successo riscosso da questo test, il colosso svedese dello streaming musicale valuterà se estendere l’opzione anche ad altri inserzionisti e al di fuori degli Stati Uniti. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24