Google, un brevetto svela un possibile smartphone pieghevole

Tecnologia

Il documento contiene delle immagini che rappresentano due tipi di schermi flessibili differenti e suggerisce il possibile arrivo di un nuovo dispositivo all’interno della linea Pixel 

Gli schermi pieghevoli sono indubbiamente la tecnologia del momento. Durante l’edizione 2019 del Mobile World Congress, che si è svolta a Barcellona dal 25 al 28 febbraio, varie aziende hanno presentato dei dispositivi basati sui display di ultima generazione: Huawei, per esempio, ha svelato al mondo intero l’esistenza di Mate X, il primo smartphone flessibile compatibile con la connettività 5G. L’azienda cinese Nubia, invece, ha mostrato al pubblico il proprio smartwatch Nubia Alpha, dotato di uno schermo Oled curvo da 4 pollici che può essere piegato moltissime volte senza correre il rischio di romperlo. Inoltre, pochi giorni prima dell’inizio della kermesse, Samsung ha presentato ufficialmente Galaxy Fold, il suo primo smartphone dotato di un display flessibile. Un nuovo brevetto, scoperto dal sito Patently Mobile, suggerisce che anche Google potrebbe essere al lavoro sulla nuova tecnologia.

Il brevetto di Google

Il documento, depositato dall’azienda di Mountain View presso l’ufficio brevetti e marchi registrati degli Stati Uniti (Uspto), contiene delle immagini che rappresentano due tipi di schermi flessibili differenti. Mentre uno si chiude in verticale, in un modo che ricorda i vecchi telefonini a conchiglia, l’altro prevede una doppia piegatura. In quest’ultimo caso, il display flessibile è diviso in tre parti, un po’ come se si trattasse di un depliant. Il contenuto del brevetto indica che Google sta valutando le potenzialità della nuova tecnologia e suggerisce il probabile arrivo di uno smartphone pieghevole all’interno della linea Pixel, probabilmente di dimensioni inferiori rispetto a quelli presentati da Samsung e Huawei.

Lo smartphone pieghevole di Motorola

Anche Motorola sembrerebbe intenzionata a portare sul mercato uno smartphone pieghevole di dimensioni ridotte. Secondo The Wall Street Journal, il nuovo dispositivo dovrebbe far parte della linea Razr e dovrebbe costare 1.500 dollari: una cifra indubbiamente elevata, ma comunque inferiore rispetto ai 2.000 dollari necessari per acquistare un Galaxy Fold. Il sito Engadget ha rivelato che lo smartphone flessibile dovrebbe arrivare sugli scaffali dei negozi in estate.

Tecnologia: I più letti