Pokémon Go: realtà aumentata migliorata per foto più realistiche

Tecnologia
Immagine di archivio (Ansa)

Niantic lancerà presto Go Snapshot, una modalità che permette di realizzare scatti con tutti i pokémon catturati da ogni angolazione, interagendo con le creature per richiamarne l’attenzione 

Sarà presto ancor più realistica e coinvolgente l’esperienza offerta da Pokémon Go, grazie a un ulteriore miglioramento della realtà aumentata. Niantic è infatti al lavoro per consegnare ai giocatori un aggiornamento chiamato ‘Go Snapshot’ basato sulla modalità AR+, che ha debuttato nel 2017. Oltre a poter scattare una foto con i pokémon che si incontrano, gli utenti potranno ora scegliere gli animaletti già catturati per farli mettere in posa e realizzare lo scatto dall’angolazione preferita. Si tratta dell’ennesimo tentativo di Niantic di far rimanere appetibile il gioco uscito nel 2016, che negli ultimi tempi si è dovuto confrontare con competitor del calibro di Fortnite.

Il lavoro di Niantic per Pokémon Go

Con la modalità AR+ rilasciata a fine 2017, Niantic aveva voluto dare una svolta grafica a Pokémon Go, consentendo ai giocatori di scattare foto degli animaletti incontrati nel mondo reale e migliorando le dimensioni, rese più realistiche, delle creature che comparivano sul display. Le novità ebbero talmente tanto successo da spingere la casa statunitense a migliorare ulteriormente la realtà aumentata integrata nel titolo. Grazie a un lavoro incessante, Niantic sta ora per ultimare Go Snapshot, che renderà ancora più divertente il ‘lavoro’ degli allenatori. La possibilità di fotografare sarà infatti estesa a tutti i pokémon in possesso: basterà sceglierlo e lanciare la pokéball per vedere la creatura comparire davanti a noi. A quel punto, mantenendo lo smartphone verticale si potrà osservare il pokémon e immortalarlo da ogni posizione, girandoci attorno e richiamando la sua attenzione con un buffetto per ottenere lo scatto perfetto.

Com’è nato Go Snapshot



La designer di Niantic Laura Warner ha spiegato a The Verge che l’obiettivo degli sviluppatori era quello di rendere più semplice l’atto di fotografare le proprie creature preferite, poiché con l’aggiornamento precedente i giocatori “erano costretti a farlo in scenari molto specifici”. Con l’arrivo di Go Snapshot la funzionalità sarà invece disponibile “in ogni momento del giorno, qualunque sia l’avventura che il giocatore sta vivendo”. Secondo gli analisti di SuperData, Pokémon Go ha generato circa 1.1 miliardi di dollari nel 2018, lontano dai 2.4 miliardi di Fortnite ma persino meglio di classici come Candy Crush Saga.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24