Apple: batterie iPhone scontate tra le cause del calo nei ricavi

Tecnologia

Cupertino spiega che gli sconti nel cambio di batteria adottati nel 2018 per scusarsi dei malfunzionamenti passati avrebbero portato molte persone a non acquistare gli ultimi iPhone

Apple paga a caro prezzo il rallentamento dei vecchi modelli di iPhone, ammesso circa un anno fa, causato da batterie vecchie, una delle ragioni della multa comminata dall'Antitrust nei mesi scorsi. In un comunicato ufficiale comparso sul proprio sito, Cupertino ha confermato il calo dei ricavi per la prima parte del 2019 già anticipato dagli analisti e dovuto a una domanda minore del previsto per gli ultimi iPhone. Secondo Tim Cook, che ha firmato la lettera aperta, una delle motivazioni riguarderebbe proprio quegli sconti offerti da Apple nel 2018 sulla sostituzione delle batterie che avrebbero convinto molte persone a mantenere il proprio smartphone anziché acquistare uno degli ultimi top di gamma usciti a settembre.

Sostituzione batterie iPhone scontata

Stando a quanto affermato all’interno del comunicato di Apple, la Cina sarebbe la prima ‘responsabile’ del calo nelle vendite degli smartphone che porterà a ricavi minori del previsto, nonostante Cook affermi che anche “in alcuni mercati sviluppati i nuovi modelli di iPhone non sono stati così popolari come credevamo”. Citando nello specifico i fattori che hanno influenzato questo trend, il Ceo di Apple si riferisce a quei “clienti che hanno approfittato dei prezzi significativamente ridotti per la sostituzione delle batterie degli iPhone”. Per tutto il 2018, infatti, Cupertino si era reso disponibile a cambiare le batterie fuori garanzia degli smartphone che avevano presentato problemi di rallentamento a soli 29€ anziché 89€. Di conseguenza, secondo quanto suggerito da Apple, le persone che hanno potuto contare su un iPhone ancora in grado di fornire buone prestazioni avrebbero deciso di rinunciare all’acquisto dei modelli XR, XS e XS Max.

Apple, conferenza a fine gennaio

Pur rivedendo al ribasso i ricavi, Apple annuncia nel comunicato che, fatta eccezione per gli iPhone, tutti gli altri dispositivi continuano a ottenere risposte estremamente positive dal mercato. La base di device attivi in tutto il mondo ha infatti raggiunto un nuovo record, “crescendo di più di 100 milioni di unità negli ultimi 12 mesi”, spiega Cook. Smartphone a parte, anche i ricavi sono aumentati approssimativamente del 19% in un anno. Infine, Cupertino chiude il comunicato annunciando una conferenza prevista per il 29 gennaio 2019 dove annuncerà i risultati definitivi, che potrebbero variare rispetto a quelli comunicati in questi giorni, basati su dati preliminari. 

Tecnologia: I più letti