Robot per food delivery prende fuoco durante la consegna

Tecnologia
Immagine di archivio (Ansa)

Un veicolo automatico della startup Kiwi è andato in fiamme prima di completare un ordine. Per l’azienda si tratterebbe di una batteria difettosa 

Aveva il compito di portare un pasto a destinazione mantenendolo caldo, ma ha finito addirittura per prendere fuoco. È accaduto a uno dei robot che l’azienda Kiwi utilizza in ambito di food delivery: come riportato da The Daily Californian, il veicolo automatico stava completando una consegna dei pressi di un campus di Berkeley quando è stato improvvisamente avvolto dalle fiamme. L’incidente non ha provocato alcun danno a cose e persone; secondo l’azienda sarebbe stato causato da un errore umano, legato all’inserimento di una batteria difettosa. Gli studenti dell’università hanno organizzato una veglia a lume di candela per salutare uno dei tanti robot che ogni giorno consegnano cibo all’interno dell’ateneo.

Food delivery con i robot: come funziona

I veicoli autonomi per le consegne stanno ormai diventando una realtà in diverse parti del mondo. La startup statunitense Kiwi è divenuta pioniera in questo ambito, inaugurando da poco meno di due anni le consegne in diverse aree della città di Berkeley, in California, in particolare nei campus della celebre università. I KiwiBot, come sono chiamati i mezzi utilizzati, fanno parte di un sistema che si articola in tre passi. Un robot trasporta inizialmente il cibo dal bancone del ristorante alla strada, dove un corriere prende in consegna l’ordine che, a poche centinaia di metri dalla destinazione finale, sarà completato proprio dal KiwiBot, in grado di agire in autonomia e recarsi direttamente dal cliente.

Colpa di una batteria

Dal momento del lancio, Kiwi ha completato grazie ai propri robot oltre 10.000 consegne in un tempo medio di 27 minuti. Il problema inatteso di pochi giorni fa è avvenuto durante l’ultimo passaggio, quando il KiwiBot si apprestava a completare la consegna ma ha improvvisamente preso fuoco, un piccolo incendio rapidamente domato. Secondo quanto comunicato dall’azienda, la causa sarebbe da attribuire all’inserimento da parte di un operatore di una batteria difettosa. Tuttavia, per evitare il ripetersi di simili episodi, Kiwi installerà un software che “controlla rigorosamente lo stato di ogni batteria”. Tra le compagnie che hanno recentemente investito nel settore c’è anche Starship, che ha da poco inaugurato le consegne on demand.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.