Facebook, 29 mln utenti coinvolti nell'ultimo hackeraggio. Indaga Fbi

Credits: Getty Images
2' di lettura

Numeri elevatissimi ma inferiori a quelli stimati in un primo momento. Messenger, Instagram, Whatsapp, Oculus, Workplace non sono stati attaccati dai pirati informatici

I dati di 29 milioni di persone sono stati compromessi nell'ultimo attacco hacker scoperto da Facebook due settimane fa. Lo ha reso noto la società in una conference call. Numeri elevatissimi ma inferiori rispetto alle prime stime che parlavano di 50 milioni di account, tra i quali non risultano italiani. L'Fbi ha aperto un'indagine e ha chiesto alla società di non parlare di chi possa esserci dietro l'attacco.

Messenger, Instagram non colpiti

I "pirati" hanno usato parte delle liste di amici di 400 mila persone per rubare il token di accesso e sono così arrivati a nome, indirizzo email e numeri di telefono di 29 milioni di utenti. Per 14 milioni gli hacker hanno ottenuto ulteriori dati, come la città natale, la data di nascita, gli ultimi 10 posti che hanno cercato o le 15 ultime ricerche. Un milione di account è stato colpito dall'attacco ma senza violazione di dati. Facebook intende inviare messaggi agli utenti i cui account sono stati hackerat La falla nella sicurezza non ha riguardato Messenger, Instagram, Whatsapp, Oculus, Workplace, i pagamenti e le app o le pubblicità di parti terze.  

L'attacco

Il social network ha scoperto due settimane fa un attacco alla sua piattaforma effettuato sfruttando una vulnerabilità nel codice di Facebook che ha permesso loro di prendere controllo degli account degli utenti. Facebook ha risolto la vulnerabilità e ha segnalato il problema alle forze dell'ordine. La società ha spiegato che non è necessario cambiare la propria password (TUTTE LE ACCUSE AL SOCIAL).

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"