Fortnite, Principe Harry preoccupato del successo tra i più giovani

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)
GettyImages-fortnite

Durante una visita a una scuola del Sussex, il membro della famiglia reale ha sconsigliato l’uso del videogame agli studenti che domandavano se fosse un fan del titolo di Epic Games

Il videogioco Fortnite si è ormai imposto come un successo mondiale in grado di conquistare in poco tempo un numero impressionante di utenti, grazie anche a personaggi di spicco come il calciatore francese Antoine Griezmann, che con la sua esultanza ha contribuito a rendere celebre il titolo. La stessa passione non è però condivisa dal Principe Harry: come riportato dalla rivista People, il membro della famiglia reale inglese ha recentemente visitato una scuola del Sussex, dove ha personalmente incontrato gli studenti. Quando i ragazzi di otto anni hanno domandato se giocasse a Fortnite, il principe si è mostrato preoccupato per la diffusione del videogame anche tra dei bambini così piccoli.

Successo senza età

Chi non ha visto almeno una volta il gesto virale di ‘take the L’, utilizzato da Antoine Griezmann per festeggiare molti dei suoi gol? Proprio come il francese, altre personalità dello sport mondiale hanno mimato alcune mosse tratte da protagonisti di Fortnite, a testimonianza del successo riscosso dal videogioco lanciato da Epic Games nel luglio 2017 e giunto alla sua sesta versione. A quanto pare, il titolo ha conquistato non solo adolescenti e giocatori più esperti, ma persino i più giovani. Lo ha scoperto il Principe Harry durante una visita a un istituto scolastico del Sussex, nell’Inghilterra meridionale, quando degli studenti di appena otto anni gli hanno chiesto se condividesse la passione per il famoso videogame.

I consigli di Harry

L’episodio è stato raccontato dal sito People, che spiega come il membro della royal family sia rimasto sconcertato dalla domanda degli studenti, tanto da chiedere quanti anni avessero. Scoperta l’età degli scolari, Harry ha risposto senza celare il proprio disappunto: “Non dovreste giocare a Fornite, ragazzi. Cosa c’è che non va nei vostri genitori?”. Dopo il consiglio, il principe si è avvicinato ad alcuni bambini accovacciandosi di fianco a loro per incoraggiarli a trovare passatempi alternativi. Interpellata dallo stesso giornale britannico, una delle maestre della scuola ha ammesso di condividere le preoccupazioni mostrate da Harry, dovute al fatto che un gioco contraddistinto anche dalla violenza riscuota tale successo anche tra i più giovani. Una delle modalità che ha reso celebre Fortnite, ed è disponibile gratuitamente, è infatti caratterizzata da una lotta per la sopravvivenza tra 100 giocatori presenti su un’isola.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.