Apple, meno componenti nei display per abbassare i costi

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)
GettyImages-iphone_apple

Un report di TechInsight svela come un Phone XS Max da 256GB, disponibile al pubblico statunitense al prezzo di 1.299 dollari (1.459 euro), costerebbe circa 443 dollari ai produttori considerando tutte le componenti

Nel tentativo di tenere sotto controllo i costi di produzione degli smartphone, Apple ha deciso di operare un taglio alle componenti dello schermo, che era ormai diventato la parte che richiedeva l’esborso maggiore. La strategia, che riguarda in particolare gli ultimi iPhone lanciati dalla casa di Cupertino, è emersa da un report pubblicato da TechInsights, un’azienda canadese che smonta i device per analizzare le parti all’interno e tracciare così una stima del costo sostenuto dalla casa produttrice.

Tagli sul 3D-touch

Durante l’atteso Apple event del 12 settembre l’azienda statunitense ha lanciato, oltre all’ultimo smartwatch, tre modelli di iPhone: XS Max, XS e XR. Il primo, considerato il nuovo smartphone di punta, presenta un display da 6,5 pollici, significativamente più grande dei 5,8 pollici del precedente iPhone X. Ciononostante, TechInsights ha notato che l’incremento del costo dello schermo OLED è stato soltanto di circa 3 dollari, una differenza irrisoria a dispetto di una dimensione maggiore. Analizzando il telefono disassemblato, gli autori del report affermano che il minimo aumento (80,50 dollari anziché 77,27) è stato possibile grazie alla rimozione di alcune componenti del display relative al sistema definito 3D-touch, che offre diverse funzioni a seconda dell’intensità con cui l’utente preme sullo schermo.

Display più grandi

Secondo Bob O’Donnell di TECHnalysis Research, Apple avrebbe preso questa decisione per garantire modelli con un display più grande senza che questo impattasse eccessivamente sui costi di produzione. Al Cowsky, parte del team di TechInsights che ha sviluppato il report, ha spiegato che Cupertino ha “tolto parti per circa 10 dollari, che avrebbero portato il costo del dispositivo a circa 90 dollari”, raggiungendo così una sorta di compromesso. L’iPhone XS Max con capacità interna di 256GB, disponibile al pubblico statunitense al prezzo di 1299 dollari, sarebbe costato ai produttori circa 443 dollari considerando tutte le componenti: la più cara è proprio il display a tecnologia OLED, che migliora la qualità dei colori.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24