Angry Birds prende vita grazie alla realtà virtuale

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)
GettyImages-Angry_Birds

Rovio ha sviluppato una nuova versione del videogioco per Magic Leap One, il dispositivo che sovrappone immagini 3D agli oggetti reali 

Il popolare videogioco Angry Birds sbarca nel mondo della realtà aumentata con una versione ideata appositamente per Magic Leap One, il dispositivo lanciato dalla startup statunitense Magic Leap, che proietta l’immagine direttamente sulla retina del giocatore. L’azienda finlandese Rovio, che ha sviluppato il videogame, diventa così tra le prime a investire fortemente su questa tecnologia che prevede l’utilizzo di occhiali in grado di generare immagini tridimensionali e sovrapporle agli oggetti del mondo reale. Stando comodamente seduto a casa, il giocatore potrà dunque affrontare, uno dopo l’altro, i livelli della famosa saga che è stata inaugurata nel 2009, quando fu resa disponibile per alcuni smartphone.

La trama del gioco

La nuova versione Angry Birds: First Person Slingshot ricalca piuttosto fedelmente la trama semplice dei suoi predecessori, sviluppati per altre piattaforme. Il giocatore avrà infatti a disposizione i soliti uccelli di diverse colorazioni, che andranno lanciati tramite una fionda verso delle costruzioni, che varieranno di volta in volta, dentro alle quali si troveranno dei maialini verdi. L’obiettivo sarà, come sempre, quello di eliminare i maiali, che nella trama del gioco sono presentati come antagonisti, colpendoli direttamente o facendo crollare le strutture. Per la prima volta, tutto questo avverrà direttamente nel campo visivo del giocatore: gli unici gesti fisici, realizzabili attraverso un controller collegato al visore, riguarderanno il caricamento della fionda, oltre che la selezione o la ripetizione di un livello.

Esperienza più coinvolgente

Il debutto di Rovio in questo nuovo settore è stato possibile grazie alla collaborazione con Resolution Games, azienda svedese specializzata nello sviluppo di giochi per la realtà aumentata. La tecnologia utilizzata da Magic Leap, che permette la sovrapposizione dei contenuti generati dal computer a ciò che l’utente può vedere davanti a sé, fa sì che la nuova versione di Angry Birds sia coinvolgente come mai accaduto prima. Il giocatore vedrà infatti le componenti del gioco animarsi e avrà la sensazione, nel momento in cui prende la mira con la fionda, di avere i piccoli uccellini a pochi centimetri di distanza: l’unica differenza tra i protagonisti del videogame e gli oggetti reali sarà una leggerissima trasparenza dei primi, una sensazione che verrà però dimenticata con l’aumentare del tempo di gioco. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.