Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Apre a Seattle Amazon Go, il negozio di alimentari senza casse

Il negozio Amazon Go di Seattle (Twitter)
4' di lettura

Il sistema consente ai clienti di uscire direttamente con le merci, che vengono addebitate in automatico

Con un ritardo di circa un anno, l'Amazon Go di Seattle (Stati Uniti) ha aperto i battenti lunedì 22 gennaio. In questo negozio di nuova generazione i clienti possono prendere i prodotti che desiderano e uscire senza dover pagare alla cassa. Ad addebitare tutto sul proprio account Amazon ci pensa una tecnologia il cui nome è proprio: "Just walk out" ("Semplicemente, esci fuori"). 

Come funziona Amazon Go

Come funziona? Il cliente effettua un login al tornello d'ingresso grazie alla app per smartphone, prende dagli scaffali la merce ed esce dal negozio. Dall'altra parte, un complesso sistema di telecamere e di tecnologie di deep learning sarà al lavoro per riconoscere i prodotti ritirati, comporre un carrello digitale per ciascun cliente e applicare il conto finale. Le telecamere, che non sono dotate della tecnologia del riconoscimento facciale, vengono utilizzate anche per analizzare le interazioni dei clienti con i beni in esposizione.

Le difficoltà tecniche

Nel dicembre 2016 un video di presentazione di Amazon annunciava l'arrivo del nuovo negozio supertecnologico, di lì a poche settimane. Nel frattempo alcuni ostacoli tecnici hanno ritardato l'apertura di Amazon Go. Le telecamere, infatti, avevano difficoltà a tracciare gli acquisti quando il negozio era troppo affollato: era sufficiente riempire i locali con 20 persone per mandare in tilt il sistema. Anche la velocità di movimento dei clienti costituiva un altro fattore critico per la precisione delle macchine. Allo stato attuale nemmeno nascondere un oggetto sotto la giacca può ingannare le telecamere: ci ha provato, senza successo, un giornalista del New York Times.

La sfida al settore

Anche se l'alimentari di Seattle dovesse dimostrare di aver superato tutti i precedenti problemi di funzionamento, resta fondamentale capire se la tecnologia "Just walk out" sia potenzialmente estendibile a realtà molto più grandi e su ampia scala. Da questi aspetti dipendono le temute ripercussioni sul mondo del lavoro, visto che la filosofia di Amazon Go è dichiaratamente quella di ridurre all'osso il personale nei negozi e aumentarne i profitti. Secondo quanto affermato da alcuni ex dirigenti al Wall Street Journal, ci vorranno ancora anni per sfruttare in negozi molto grandi il sistema di Amazon Go. Per ora è escluso che la catena di alimentari Whole Foods, acquisita da Amazon nel 2016, possa adottare la tecnologia "Just walk out". Tuttavia, "qui abbiamo una regola non scritta", ha detto al Wsj il vicepresidente del ramo tecnologico di Amazon, Dilip Kumar, "qualsiasi cosa tu faccia dev'essere riproducibile in scala".

Due mondi in lotta

Le grandi catene di supermercati americane come Walmart, Costco, Sears e Kroger hanno già saggiato la concorrenza di Amazon - anche nell'ambito alimentare – confrontandosi con servizi come "Prime Now", che consente di abbattere i tempi di consegna e ridurre il vantaggio della visita in negozio. Se con l'acquisto di Whole Foods Amazon ha messo piede in una ben radicata realtà di store "fisici”" negli Usa (300 i punti vendita nel Paese), il settore retail tradizionale ha accettato la sfida dell'online allargando i propri servizi d'acquisto in rete. Walmart, in particolare, aveva fatto sapere che nei piani da attuare entro la fine dell'anno fiscale 2019, le vendite da e-commerce sarebbero aumentate del 40%.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"