Star Wars Battlefront 2, non solo multiplayer

Tecnologia

Federico Ercole

01_IdenVersio_StarWarsBattelfront2_Videogiochi

Non c’è mai pace nella “galassia lontana, lontana”… L’epopea delle Guerre Stellari ora torna con un videogioco ci fa vivere una storia inedita ambientata dopo Il Ritorno dello Jedi. Guarda il VIDEO e le FOTO

 

Per chi è stato bambino o adolescente durante gli anni ’70 e ’80 Guerre Stellari ha rappresentato un prezioso oggetto del desiderio, un immaginario da sognare e attendere per tre anni e infine per più di un decennio: dopo il Ritorno dello Jedi del 1983 si è dovuto aspettare il 1999 per rivedere la saga con La Minaccia Fantasma

Oggi è tutta un’altra storia e le nuove generazioni di appassionati di Star Wars possono contare su un universo espanso e transmediale vastissimo, con un film all’anno nelle sale, cartoni animati e videogiochi. L’ultimo esponente elettronico di Guerre Stellari è proprio un videogame: Star Wars Battlefront 2 per Playstation 4, Xbox One e PC, sviluppato da Dice e distribuito da Electronic Arts

 

 

A differenza del suo predecessore, esclusivamente pensato per essere un’esperienza multiplayer online, questo secondo episodio contiene una campagna per chi ama giocare da solo e sconnesso dalla rete, una vera e propria storia inedita ambientata subito dopo gli eventi narrati ne Il Ritorno dello Jedi. Sebbene il comparto multiplayer di Star Wars Battefront 2 sia senza dubbio affascinante, ricco di modalità e usufruibile per centinaia di ore da una community di milioni di persone, ci sono diversi motivi per non trascurare la “novella interattiva” che la casa di produzione Dice ha incluso nel gioco: un’avventura a tratti davvero sorprendente e colossale nel suo comparto tecnico e artistico. Anzi c’è chi potrebbe considerarla il vero cuore pulsante del gioco. 

L’epopea di Iden Versio

La protagonista della modalità “single-player” di Star Wars Battlefront 2 è Iden, una donna dell’impero, abilissima pilota e comandante delle forze speciali Inferno, una squadra d’elite delle truppe d’assalto. Cominciamo la sua avventura in un momento tragico e disperato, almeno dal punto di vista imperiale: la distruzione della seconda Morte Nera in orbita attorno al pianeta Endor, quello abitato dagli Ewok. Sarebbe facile meravigliarsi del fulgore vegetale del verde pianeta se la fuga di Iden non fosse ostacolata dagli interventi dei ribelli. 

Lo confessiamo, sparare alle truppe di Leia Organa e Han Solo fa uno strano effetto. Tuttavia non si tratta che di un preludio, poiché la vita di Iden e dei suoi compagni subirà drastici cambiamenti raccontati attraverso colpi di scena che possiedono una loro portata drammatica. L’avventura si può completare in una decina di ore e non risulta mai ripetiva, sebbene fondamentalmente non si faccia altro che sparare a piedi o a bordo di astronavi, mentre si esplorano zone sempre suggestive e spettacolari grazie alla loro ispirata rappresentazione. Il valore dell’esperienza risiede quindi, oltre che nei suggestivi scenari, nel fatto che l’epopea di Iden si va a fondere progressivamente con quella di altri personaggi storici e molto amati della saga, il cui nome non sarebbe giusto rivelare per non turbare la sorpresa al giocatore ignaro. Non controlleremo quindi solo la comunque “stellare” Iden ma altri notissimi personaggi dal carisma eccezionale che ci offriranno interessanti rivelazioni e punti di vista inediti sul tempo che va da Il Ritorno dello Jedi al Risveglio della Forza. Il finale della storia offre inoltre l’abbrivio a importanti speculazioni sulle origini di un personaggio della nuova trilogia che terranno impegnati i fan nei forum in lunghe discussioni prima che al cinema arrivi Gli Ultimi Jedi di Rian Johnson. Tra frenetiche sparatorie in luoghi già ammirati nei film o inediti e vertiginose battaglie stellari a bordo di astronavi mitiche, la storia di Star Wars Battlefront 2 è estremamente godibile e spettacolare quanto un colossal.  

Microtransazioni stellari, il lato oscuro dell’industria videoludica

Il lancio di Star Wars Battlefront 2 è stato accompagnato dalle polemiche sorte attorno alle cosiddette “microtransazioni”  implementate nel comparto online del gioco. Le microtransazioni offrivano la possibilità di acquisti in rete che permettevano di utilizzare nel gioco alcuni personaggi leggendari come Darth Vader o Luke Skywalker, oppure di ottenere poteri speciali devastanti. Anche senza pagare con la propria carta di credito è possibile ottenere i personaggi e i poteri suddetti, ma sono necessarie numerose ore di gioco ripetitivo e lo squilibrio manifestatosi tra il pubblico pagante e il giocatore convenzionale durante le sfide online ha creato una vera e propria sommossa popolare sul web, tanto che le microtransazioni sono state soppresse dal gioco fino a data indefinita e, se torneranno, assumeranno un’altra forma che non vada a turbare l’equilibrio ludico del multiplayer di Battlefront 2. Le polemiche, comunque necessarie e doverose, hanno tuttavia rischiato di oscurare il valore ludico e artistico di Star Wars Battlefront 2, un coinvolgente e a tratti sorprendente viaggio virtuale nelle Guerre Stellari. 

Photo credits: EA  

 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.