Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Formula 1: tutti i piloti del Mondiale 2019

I titoli delle 8 di SkyTg24 del 19/04

6' di lettura

Diciannove piloti alla caccia del campione in carica Lewis Hamilton. Dai ferraristi Sebastian Vettel e Charles Leclerc a Max Verstappen e Pierre Gasly della Red Bull, ecco chi tenterà di insidiare il primato del fenomeno britannico

La stagione 2019 della Formula 1 è iniziata come era terminata, ossia con Lewis Hamilton su Mercedes ancora dominante, che punta con decisione al quinto titolo mondiale in sei anni. I piloti che cercheranno di guastargli i piani sono 19, suddivisi in 10 scuderie. Tra questi oltre il compagno in Mercedes, Valtteri Bottas, anche i ferraristi Sebastian Vettel e Charles Leclerc che tenteranno di riportare a Maranello un titolo che manca dal 2007, l'anno di Kimi Raikkonen. Quest’ultimo correrà con Alfa Romeo insieme al pilota italiano Antonio Giovinazzi. Tra le facce nuove di questa stagione ci sono Lando Norris con la McLaren, Alexander Albon con la Toro Rosso e George Russell con la Williams. Quest'ultima scuderia ospita anche il ritorno in pista di Robert Kubica dopo otto anni di assenza, mentre Pierre Gasly è il nuovo pilota della Red Bull. Ma vediamo nello specifico, scuderia per scuderia, chi guiderà le 20 monoposto della Formula 1 2019.  

Mercedes

Le due Mercedes AMG Petronas F1 per la stagione 2019 avranno al volante Lewis Hamilton e il finlandese Valtteri Bottas. La scuderia tedesca ha conquistato gli ultimi cinque mondiali costruttori e quattro degli ultimi cinque titoli piloti grazie al talento del 34enne di Stevenage. Trionfi che Hamilton, che continuerà ad avere il numero 44 sulla propria monoposto, sembra pronto a replicare anche in questa stagione, dove finora ha conquistato due vittorie ed un secondo posto nei primi tre Gran Premi. Al suo fianco il trentenne Bottas con il 77, che tenterà di migliorare il suo miglior piazzamento, ossia il terzo posto raggiunto nel mondiale del 2017.

Ferrari

Il primo serio contendente al titolo, per lo meno secondo le stime di inizio stagione, sarà il ferrarista Sebastian Vettel (numero 5), così come nei due mondiali precedenti. Il trentunenne tedesco in carriera ha conquistato quattro titoli, tutti con la Red Bull, e spera di riuscire a bissare questi successi al volante della Ferrari SF90 (il nome è un omaggio ai 90 anni dalla nascita della scuderia). Il secondo pilota, al debutto con il cavallino rampante, è il monegasco Charles Leclerc con il numero 16. Il 21enne ha esordito in Formula 1 lo scorso anno in Sauber, collezionando a fine stagione il 13esimo posto in classifica. Prima di approdare nella massima competizione motoristica ha conquistato la GP3 2016 e la Formula 2 nel 2017, successi che a Maranello sperano possa un giorno ripetere anche con la Rossa.

Red Bull

Molto competitive, come negli ultimi anni, anche le due monoposto della Red Bull guidate Max Verstappen e Pierre Gasly. La scuderia austriaca spera di poter tornare alla vittoria finale dopo cinque anni di digiuno. Il compito di riuscire in questa impresa sarà affidato soprattutto a Verstappen, pilota olandese di 21 anni, che finora come miglior risultato finale ha raccolto un quarto posto nel 2018. Al suo fianco avrà il francese Pierre Gasly con il 10, che ha sostituito australiano Daniel Ricciardo.

McLaren

La McLaren invece si è affidata a Carlos Sainz con il 55 ed a Lando Norris con il 4. Quest’ultimo, pilota britannico di 19 anni, è all’esordio in Formula 1 ma vanta un buon palmares nelle serie inferiori dove ha conquistato la Eurocup Formula Renault 2.0 nel 2016 e la F3 europea nel 2017. Norris prende il posto del belga Stoffel Vandoorne. Al suo fianco il più esperto Sainz che alle spalle ha già quattro mondiali, nei quali è riuscito a raggiungere come miglior piazzamento finale un nono posto nel 2017 alla guida della Toro Rosso.

Williams

Le Williams FW42 per la stagione 2019 verranno guidate da George Russell con il 63 e da Robert Kubica con l’88. Il polacco torna alla guida di una monoposto di Formula 1 dopo otto anni di assenza. L’anno scorso, infatti, era il terzo pilota della scuderia britannica. Nel 2011 Kubica ha avuto un gravissimo incidente durante una gara del campionato del mondo di rally, che ne aveva messo seriamente in dubbio il prosieguo della carriera. L’anno successivo avrebbe dovuto correre con la Ferrari accanto ad Alonso, opportunità alla quale ha dovuto rinunciare per portare a termine la riabilitazione. Il secondo pilota della Williams è il 21enne britannico Russell che, reduce dalla vittoria nella Formula 2 nel 2018, ha ottenuto la sua prima monoposto in Formula 1 in questa stagione.

Alfa Romeo Racing

La svizzera Sauber F1 Team, a seguito di un accordo di sponsorizzazione, è diventata Alfa Romeo Racing e ha affidato le proprie monoposto a Kimi Raikkonen con il 7 e all’italiano Antonio Giovinazzi con il 99. Il finlandese ha lasciato la Ferrari lo scorso anno dopo cinque anni di luci ed ombre; sicuramente migliore era stata la prima esperienza col Cavallino Rampante, impreziosita dall’ultimo titolo piloti conquistato dalla Rossa (2007). Giovinazzi invece, venticinquenne originario della provincia di Taranto, ha debuttato in Formula 1 nel 2017 in sostituzione Pascal Wehrlein sulla Sauber. In quella stagione però ha partecipato solo a due GP, quindi quest’anno sarà il suo vero primo banco di prova.

Renault

Per la stagione 2019 alla guida delle monoposto R.S.19 Renault ha confermato il tedesco Nico Hülkenberg con il 27 ed ha annunciato l'ex Red Bull Daniel Ricciardo con il 3. Pilota australiano di origini italiane, quest’ultimo nel 2014 e nel 2016 è arrivato terzo nella classifica generale nel mondiale. Hülkenberg, invece, ha fatto registrare il suo miglior piazzamento lo scorso anno con un settimo posto.

Racing Point

Nel 2019 cambia nome anche la Force India che, dopo l’acquisto da parte dell'investitore canadese Lawrence Stroll, diventa Racing Point. Alla guida delle due monoposto RP19 ci sono Lance Stroll, figlio del patron, con il 18 e il messicano Sergio Perez con l’11. Il canadese ha vent’anni ed ha debuttato in Formula 1 nel 2017 alla guida di una Williams, con la quale il primo anno è riuscito ad ottenere la dodicesima posizione nella classifica finale. Perez, invece, a 29 anni è alla nona stagione nella massima competizione motoristica.

Haas

Scuderia statunitense, in Formula 1 dal 2016, Haas ha affidato le proprio monoposto nero e oro al francese Romain Grosjean con l’8 e al danese Kevin Magnussen con il 20. Quest’ultimo è figlio dell'ex pilota Jan Magnussen, ed ha fatto il suo esordio in Formula 1 nel 2014 con la McLaren. Grosjean, invece, ha esordito 2009 e finora il suo miglior piazzamento in un mondiale è il settimo posto.

Toro Rosso

Chiudono la griglia le due Toro Rosso STR14, guidate dal russo Daniil Kvyat con il 26 e da Alexander Albon con il 23. Nato a Londra, ma con cittadinanza thailandese, Albon è esordiente in Formula 1. Mentre Kvyat ha fatto la sua prima apparizione nel 2014.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"