Montebelluna, Aldo Serena ferma uomo che stava sfasciando la vetrina di un bar

Sport
Twitter

L'ex attaccante ha placato un ragazzo di 27 anni che, nella cittadina in provincia di Treviso, stava colpendo la vetrata del locale con un tavolino di ferro. Il ragazzo, di origini marocchine, è stato arrestato

ascolta articolo

Aldo Serena, ex attaccante di Milan, Inter, Juventus e Torino, la mattina del 16 giugno è intervenuto per placare la violenza di un ragazzo di 27 anni, di origini marocchine, che stava sfasciando la vetrina di un bar nel centro di Montebelluna, in provincia di Treviso. Il giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica, stava creando confusione fuori da un locale, colpendo le vetrate con un tavolino di ferro.

Cosa è accaduto

leggi anche

Dogane sequestrano in scalo Treviso 8 chili di sigarette

"Gli ho detto che lo conoscevo e che ero certo che fosse una brava persona, l'ho invitato a fermarsi. Lui mi guardava e mi ascoltava. Il tempo passava, le forze dell'ordine erano in arrivo. Insomma, cercavo di guadagnare minuti". Questo il racconto alla Gazzetta dello Sport dell'ex calciatore della Nazionale che la mattina del 16 giugno è intervenuto per farmare un'aggressione a Montebelluna, in provincia di Treviso, dove Serena abita. I carabinieri hanno poi arrestato il ragazzo, che si trovava in evidente stato di alterazione. Dalle ricostruzioni degli inquirenti pare che il ragazzo volesse prendere una birra dal bar senza pagarla e, dopo una colluttazione con il proprietario, è uscito e ha iniziato a colpire la vetrina con un tavolino di ferro. Il gestore del locale è stato medicato per le lesioni riportate al dito di una mano ma non ha subito ferite gravi. "L'ho fatto per il titolare del bar - ha spiegato Serena. Conosco le fatiche che fanno questi piccoli imprenditori, ciò che hanno passato con la pandemia. Non volevo che quel posto subisse troppi danni".

Sport: I più letti