MotoGp Stiria: Yamaha senza freni, Viñales si butta a 210 km/h. Moto a fuoco. VIDEO

Sport

Attimi di terrore per il pilota spagnolo, che arriva in fondo alla staccata e, resosi conto di non poter fermare il mezzo, si lascia cadere. La gara, interrotta e poi ripresa, si chiude con la prima vittoria di Oliveira

Giù da una moto in corsa, lanciata a 210 chilometri orari, per salvarsi la vita. Non è la scena di un film d'azione, non la prova di uno stuntman cinemotografico, ma quello che ha dovuto ed è riuscito a fare Maverick Viñales nel corso del Gran Premio di Stiria, gara valida per il Mondiale della MotoGp, sul circuito austriaco di Spielberg.

La moto ha preso fuoco

vedi anche

MotoGp, incidente choc Zarco-Morbidelli: Rossi rischia la vita. VIDEO

Viñales è arrivato alla staccata a 310 chilometri all'ora quando si è reso conto che la sua moto non frenava, così ha avuto il coraggio di lanciarsi dal mezzo. Una grande presenza di spirito per il pilota, che ha rischiato grosso alla curva 1 del giro n.17. La sua Yamaha è poi finita contro le protezioni della pista, prendendo fuoco. È la seconda volta in una settimana che Viñales si trova coinvolto in un incidente che rischia di costargli la vita, dopo quello capitato, sullo stesso circuito di Spielberg, una settimana prima, quando il pilota si è visto passare sopra la testa la moto di Johann Zarco dopo il contatto tra quest'ultimo e Franco Morbidelli.

Gara interrotta e poi vinta da Oliveira

La gara è stata interrotta ed è ripresa dopo diversi minuti di stop. La vittoria è andata al portoghese Miguel Oliveira, al suo primo successo in carriera, che all'ultima curva è riuscito a superare Espargaró e Miller, in lotta fra di loro e beffati nel finale.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.