Supercoppa, verso Juve-Lazio. Sarri: "Puntare alla perfezione". Inzaghi: "Gara a sé"

Sport

I biancocelesti cercano la terza beffa ai bianconeri dopo la Coppa Italia 2013 e la Supercoppa 2017. L'allenatore dei campioni d'Italia carica i suoi: "Sto vedendo il mio calcio e siamo motivati". Il tecnico laziale: "siamo preparati, non bisognerà commettere errori"

La Lazio vuole ripetere lo sgambetto alla Juventus appena realizzato in campionato e tenta l’assalto alla Supercoppa italiana in Arabia Saudita (LA MAGLIA ARABIC STYLE DELLA JUVE). Domani (22 dicembre) a Riad, alle 17:45 italiane (le 19:45 locali), la squadra di Simone Inzaghi punta alla terza beffa ai bianconeri dopo la Coppa Italia 2013 e la Supercoppa Italiana 2017, tra i pochi obiettivi in Italia sfumati alla Juventus negli ultimi 9 anni di dominio in patria. E per Maurizio Sarri è ancora aperta la ferita della sconfitta per 3-1 all’Olimpico, unico passo falso in campionato finora per la Juventus. L’allenatore bianconero nella conferenza stampa della vigilia dice che “ultimamente in allenamento e partita mi sto divertendo”, ma servirà un match perfetto: “La squadra ha la sensazione di poter migliorare ancora tanto, l'obiettivo deve essere sempre utopico, dobbiamo porci come obiettivo la perfezione”. Per Inzaghi, "sulla carta troviamo una squadra con potenzialità maggiori, ma è una partita a sé e quello che conta è il campo. E sul campo abbiamo dimostrato di essere altrettanto forti".

Sarri: "Siamo motivati, possiamo risolvere i nostri difetti"

Tensione per questa finale per Sarri? “La sento normalmente, la scorsa stagione ne ho fatte tre”, afferma l’allenatore della Juventus. "È un trofeo in palio, una gara importante, a cui teniamo particolarmente. Abbiamo motivazioni”, assicura. “Ultimamente mi sto divertendo perché la squadra gioca o tenta di giocare il calcio che ho proposto”, continua. "Se mi sto divertendo è per la sensazione di avere difetti ma di poterli risolvere - aggiunge Sarri -. Giochiamo con continuità, abbiamo difetti ma abbiamo perso una sola gara”. Sulla formazione della Juventus, Sarri dice che "ieri in allenamento c'erano tanti stanchi, se la situazione sta migliorando non ne cambieremo moltissimi. Ma se devo dirlo ora, non lo so". E il modulo con il tridente Dybala-Higuain-Ronaldo? “È dispendioso per diversi ruoli, magari nel finale siamo meno lucidi per mantenere le distanze tra i giocatori”, sottolinea.

Inzaghi: "Non bisognerà commettere errori"

Inzaghi da parte sua è certo che "la Juve sta giocando un ottimo calcio ed è sempre stata abituata a vincere, finora ha perso solo con noi. Dopo lo stop di Roma ha subito qualche critica che l'ha caricata ancora di più in vista di questa partita". Poi sottolinea: "È una partita differente rispetto al campionato, in 120' si gioca il primo trofeo stagionale. Domani è una partita a sé, in cui non bisognerà commettere errori perché si affrontano due squadre che in ogni momento possono far male”. Inzaghi conclude: "Servirà una partita molto concentrata, noi veniamo da un ottimo momento e indipendentemente da come giocherà la Juventus siamo preparati a ogni evenienza".

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.