Antonio Sorgentone è il vincitore di Italia's Got Talent 2019

Inserire immagine

Il virtuoso del pianoforte supera in volata il «prestigiattore» Andrea Paris e il mimo anni Ottanta Nicola Virdis

Italia's Got Talent, il live della finale Italia's Got Talent, le foto della finale

Senza se e senza ma. Con il 18,26% delle preferenze, Antonio Sorgentone è il vincitore della quarta edizione di Italia’s Got Talent. Il virtuoso del pianoforte supera in volata sia il «prestigiattore» - come ama definirsi - Andrea Paris sia il mimo anni Ottanta Nicola Virdis e conquista, oltre naturalmente al titolo, il premio in palio di 100 mila euro.

Completano la lista dei preferiti dal pubblico, il poeta Simone Savogin (quarto), che, con i suoi flussi verbali da un lato violenti e dall’altro delicatissimi, ha incantato la platea declamando la sua opera da una sedia gigante, e la cabarettista 19enne Aurora Leone, probabilmente tra i favoriti della vigilia, che ha chiuso la sua corsa al quinto posto.

Il primo Golden Buzzer

La vittoria è andata, dunque, al primo Golden Buzzer dell’edizione, assegnato in tempi non sospetti da Mara Maionchi: una che, in questi anni di giurie televisive, ha dimostrato di saper ampiamente riconoscere vincenti e vincitori (basta pensare a «X Factor», dove ha trionfato sia nel 2017 sia nel 2018, rispettivamente con Lorenzo Licitra e Anastasio).

Ma cos’ha notato l’ex discografica di così speciale nel pianista rock ’n’ roll, tanto da volerlo mandare subito in finale dopo un’esibizione soltanto? Senza dubbio la tecnica sopraffina, ma anche lo stile irresistibile, à la Renato Carosone e Jerry Lee Lewis, che si somma qui a una messa in scena irresistibile. Il musicista, infatti, nelle sue performance, oltre a suonare con le classiche mani, ha impressionato anche con i piedi. In senso letterale, salendo sul pianoforte e strimpellando con i talloni.

L’esibizione “infuocata” della finale

Una scena che ha ripetuto anche nell’esibizione della finale, in cui ha deciso di aggiungere ulteriore pathos dando fuoco - di nuovo letteralmente, grazie all’ausilio di un accendino - alla cassa dello strumento musicale. Così, tra le fiamme, ha dato prova del proprio talento, infiammando a sua volta gli animi degli spettatori in sale e a casa, che hanno votato in massa per lui.

37 anni, abruzzese, Sorgentone è nato in una famiglia di strumentisti e ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di 10 anni. «Vorrei ringraziare i musicisti che sono stati sul palco con me» sono state le sue parole, dopo l’annuncio di Lodovica Comello. «Senza di loro non sarei mai riuscito a fare quello che ho fatto»