The New Pope, il cast: Cécile de France è Sofia Dubois

Su Sky Atlantic è in arrivo The New Pope  (l'appuntamento è per venerdì 10 gennaio alle 21.15), e tra i protagonisti c'è ovviamente c'è anche lei, Sofia Dubois , l'astuta Responsabile Marketing e Comunicazione del Vaticano, interpretata da Cécile de France. Guarda il video e scopri di più. - The New Pope, il trailer della serie tv. VIDEO

The New Pope, scopri tutto nello speciale sulla serie The New Pope, torna Jude Law: le immagini del trailer sul seguito di The Young Pope

The New Pope, Cécile de France è il Sofia Dubois

Se nella prima stagione era "un personaggio fra molti", preparatevi, perché Sofia Dubois, l'astuta Responsabile Marketing del Vaticano, nella seconda diventerà un personaggio molto più complesso e sfaccettato, ci avvisa la sua interprete, l'attrice francese Cécile de France: "Scopriremo la sua intimità, la sua vita privata con il marito, e la sua vita sentimentale."

Dunque, Sofia è sposata, anche se, per ora, non sappiamo se felicemente o quanto felicemente. Non ha figli, dunque tutte le sue energie, tutta la sua determinazione, tutto il suo entusiasmo sono dedicati alla Chiesa, all'istituzione, a questa anomala monarchia assoluta che deve trovare il modo di essere al passo coi tempi e di avvicinarsi ai fedeli.

"Lenny ha cominciato il suo papato senza compromessi, ma alla fine si è addolcito. In un certo senso ha cercato una via di mezzo, e Voiello vuole mantenere una continuità, perciò una delegazione del Vaticano va in Inghilterra per chiedere a Sir John Brannox, interpretato da John Malkovich, di diventare Papa, perché lui è il grande teorico della via media," ci spiega de France, che poi aggiunge "La sua relazione (ndr, di Sofia) con Sir John è bellissima, perché il suo ottimismo e il suo entusiasmo fanno sentire meglio il Papa, che sta segretamente soffrendo. La sua solitudine è molto profonda e molto dolorosa, e lui avrà grande fiducia in lei."

Una donna moderna, libera, che decide autonomamente della propria vita, ma allo stesso tempo una donna molto femminile, seducente, intelligente, divertente, con tutte le armi necessarie, dunque abbastanza forte per trovare il suo posto in una micro-società gestita solo da uomini: è così che l'attrice francese descrive il suo personaggio. Una sorta di "omaggio alle donne" da parte di Paolo Sorrentino, che in mezzo a quell'universo maschile, buio e cupo, un covo di vipere creato da degli uomini, ha deciso di inserire Sofia, a confronto un vero e proprio un raggio di sole, una luce nell'oscurità.

L'appuntamento con The New Pope è ogni venerdì alle 21.15 su Sky Atlantic a partire dal 10 gennaio 2020.

The New Pope, il teaser trailer con Jude Law in costume fotogramma per fotogramma

The New Pope, cosa dobbiamo aspettarci

Pio XIII è in coma, e il Vaticano rischia di andare alla deriva. A mantenere l'ordine e a far funzionare le cose in mancanza di un pontefice è il Segretario di Stato, il Cardinal Voiello, che dopo una parentesi tanto imprevedibile quanto misteriosa riesce nell'impresa di far salire al soglio pontificio Sir John Brennox, un aristocratico inglese moderato, affascinante e sofisticato che prenderà il nome di Giovanni Paolo III. Dopo le bizzarrie del giovane Papa, quello nuovo sembra semplicemente perfetto, ma in realtà anche lui cela una particolare fragilità e dei segreti. 

Essere il successore del carismatico Pio XIII e prendere il suo posto nel cuore della gente non sarà un'impresa facile, e questo Sir John lo capisce subito. Come se non bastasse, Lenny, sospeso tra la vita e la morte, è diventato un santo, e a venerarlo e idolatrarlo ci sono migliaia e migliaia di fedeli, cosa che non fa altro che alimentare i contrasti tra i già esistenti fondamentalismi. La Chiesa, intanto, si ritrova al centro di alcuni scandali interni che rischiano di stravolgere in maniera irreversibile le alte gerarchie. Come se non bastasse, non mancano le minacce esterne che colpiscono i simboli della cristianità.

Come al solito, però, in Vaticano niente è come sembra, e il Bene e il Male, ammesso e non concesso che riesca a capire cosa o chi siano precisamente, vanno a braccetto incontro alla Storia. La resa dei conti, però, è sempre più vicina, ma per arrivare alla redde rationem bisognerà lasciare che gli eventi facciano il loro corso...