Il Trono di Spade: ecco dove e come vedere le 8 stagioni della serie tv in streaming

Tutte le stagioni de Il Trono di Spade su Sky e NOW TV, una fantastica maratona per i fan su Sky Atlantic +1 dal 26 marzo al 2 aprile. - Il Trono di Spade, il cast: gli attori di Game of Thrones ieri e oggi

L’auto quarantena dovuta al coronavirus ha colpito tutt’Italia. Si va così a caccia di modi grazie ai quali far trascorrere il tempo in serenità all’interno delle mura domestiche. Tra le migliori soluzioni oggi disponibili vi sono le 8 stagioni de “Il Trono di Spade.

È dunque possibile cimentarsi in un viaggio nel Westeros, tornando a vivere le avventure del gioco del trono, tra Stark, Lannister e Targaryen. Un totale di ben 73 episodi, della durata media di circa 1 ora l’uno. Tutte le stagioni andarono in onda per la prima volta grazie a Sky, con possibilità di optare per la versione doppiata in italiano o in lingua originale (con sottotitoli). Ritornano dunque sulla rete satellitare, offrendo al pubblico svariati modi per apprezzare al meglio una delle serie TV più celebri degli ultimi anni. Così famosa da trovare spazio in un cameo in Westworld 3.

Dove e come vedere Il Trono di Spade

A partire dal 26 marzo 2020 tutte le 8 stagioni de “Il Trono di Spade” saranno disponibili sui canali Sky. La rete propone agli spettatori svariati modi per poter fruire di questo amato titolo, da quelli più tradizionali, per così dire, a quelli “smart”.

Dal 26 marzo, fino al 2 aprile, Sky Atlantic +1 (canale 111 di Sky, per l'occasione Sky Atlantic - Il Trono di Spade) proporrà una vera e propria maratona. Una stagione al giorno per chi davvero sente la mancanza dei propri beniamini e intende cimentarsi nell’universo creato da George R. R. Martin per otto giorni di fila. Per l’occasione il canale in questione vedrà il proprio nome modificato in “Sky Atlantic Il Trono di Spade”.

Non si richiede però al pubblico di gettarsi a capofitto in questa maratona senza alcuna alternativa. Tutti gli episodi sono infatti disponibili on demand, sfruttando il decoder Sky e non solo. È infatti possibile portare “Il Trono di Spade” in ogni angolo della casa, anche dove non c’è una televisione. Gli abbonati possono infatti approfittare del servizio Sky Go, così da visionare i titoli più amati presenti nell’ampio catalogo su dispositivi mobile.

A ciò si aggiunge infine un’ulteriore alternativa vantaggiosa. Si tratta di Now TV. Il servizio, garantito da Sky, ideato per chi desideri scegliere di mese in mese il proprio pacchetto abbonamento preferito. Maggiore flessibilità e grande apertura a una visione mobile. È possibile infatti acquistare la relativa chiavetta, da collegare via HDMI alla propria smart TV. Al tempo stesso è a disposizione in tutti gli store online una app. Registrando un massimo di quattro dispositivi sarà così possibile apprezzare “Il Trono di Spade” e tutti gli altri prodotti Sky da smartphone, tablet, notebook e TV, selezionando i pacchetti a disposizione: “Intrattenimento”, “Serie TV”, “Cinema” e “Sport”.

The Winds of Winter, le ultime notizie

Se la serie TV de “Il Trono di Spade” è ormai conclusa, lo stesso non si può dire della saga che ha dato il via a tutto, quella di George R. R. Martin. I fan di vecchia data attendono ormai da molti anni la conclusione della narrazione principale ambientata nel Westeros, alla quale nel tempo si sono aggiunti alcuni spin-off letterari.

L’ultimo capitolo pubblicato è “Una danza con i draghi”, i cui eventi fanno riferimento a circa la metà del corso narrativo della serie TV. La data di pubblicazione è il 2011 e da allora è risultato in fase di scrittura il penultimo capitolo, dal titolo “The Winds of Winter”.

Tante le distrazioni per Martin, impegnato negli ultimi anni in svariati progetti, sia sul fronte letterario che televisivo. Sembrava essere un po’ venuta a mancare la giusta ispirazione. Le ultime notizie giungono però proprio dall’autore. Martin è infatti tornato a parlare del suo attesissimo romanzo in piena emergenza coronavirus. Il suo isolamento si sta svolgendo in New Mexico e in uno dei suoi post abituali sul blog che gestisce, ecco spuntare un barlume di speranza per i fan: “A dire il vero sto passando più tempo a Westeros che nel mondo reale, scrivendo quotidianamente. Le cose sono alquanto cupe nei Sette regi ma forse non così cupe di come potrebbero diventare qui”. Impossibile pensare di poter stringere tra le mani il penultimo titolo della saga durante la quarantena dovuta al coronavirus, ma forse per il 2020 Martin potrebbe scrivere l’ultimo capitolo, in attesa poi dell’atto finale, “A Dream of Spring”.