Game of Thrones, la trama dei libri da cui è tratta la serie tv

Da “Un gioco di troni” a “Una danza con i draghi”, ecco le trame dei libri di George R. R. Martin da cui è tratta la serie “Game of Thrones”, di nuovo su Sky dal 26 marzo al 2 aprile (Sky Atlantic- Il Trono di Spade, canale 111). -ATTENZIONE, SPOILER PER CHI NON HA ANCORA VISTO LA SERIE O LETTO I LIBRIIl Trono di Spade: #iorestoacasa perché Game of Thrones è su Sky dal 26 marzo

Game of Thrones” è una delle serie TV più amate, discusse e innovative della storia della tv mondiale. Basata sulla saga di George R. R. Martin, “Cronache del ghiaccio e del fuoco”, ha saputo spingere tutti gli appassionati di produzioni del piccolo schermo in un universo parallelo, medievaleggiante, con sfumature fantasy.

Un lungo viaggio, nel corso del quale non sono mancate critiche da parte dei fan, che hanno però ottenuto in cambio un lavoro straordinario, sotto l’aspetto tecnico e realizzativo. Il realismo delle scene era percepibile, con la crew impegnata nella realizzazione di ampie frazioni di castelli, imbarcazioni e non solo. Costanti gli spostamenti per consentire la realizzazione di scene in luoghi reali, evitando al minimo i ciak in set al chiuso, che avrebbero richiesto un abuso del CGI.

Game of Thrones ha senza dubbio fatto la storia della televisione mondiale e, con l’Italia alle prese con la pandemia legata al coronavirus, Sky ripropone tutte le stagioni. L’occasione migliore per dimenticare per un po’ l’auto quarantena, cimentandosi in un’immane maratona.

Come detto però, alla base di questo progetto gigantesco vi sono i romanzi di George R. R. Martin, attualmente impegnato nella stesura di quello che dovrebbe essere il penultimo capitolo della saga letteraria, “Winds of Winter”. La serie è infatti andata avanti, concludendo il proprio arco narrativo prima dell’autore, che aveva offerto agli sceneggiatori alcuni dettagli in anticipo. Pare però che le strade intraprese siano differenti, con lo scrittore che non ha fatto mancare alcune critiche al gran finale. Ecco dunque le trame dei libri di Martin, utili anche per ricapitolare un po’ quanto accaduto nel Westeros televisivo.

I titoli di seguito riportati fanno riferimento alle nuove edizioni italiane dedicate alla saga letteraria de le “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. Martin. Chiunque non avesse letto i libri o visto la serie TV, potrà imbattersi in un gran numero di spoiler.

Un gioco di troni

Nel primo capitolo della saga di George R. R. Martin vengono presentati gli elementi principali del mondo creato dall’autore. Grande attenzione viene ovviamente posta sui personaggi ma, al tempo stesso, anche i luoghi giocano un ruolo cruciale. Ogni ambientazione ha una precisa caratterizzazione, con elementi chiave allo svolgimento della trama.

A Nord del continente vi è una gigantesca barriera di ghiaccio, intrisa di magia, eretta per tenere al sicuro i popoli dalla minaccia degli Estranei. Queste sono creature ormai mitiche, che in un tempo lontano si scontrarono con i “Primi Uomini”. Di loro ormai non resta che il mito, ma qualcuno sostiene d’averne visto uno fare a pezzi i propri compagni. Si tratta di un membro dei “Guardiani della Notte”, il cui compito è quello di sorvegliare e proteggere la Barriera. Il testimone era impegnato al di là del possente muro e riesce a scappare. Per questo gesto viene condannato a morte da Ned Stark, signore del Nord e discendente diretto dei “Primi Uomini”.

Questi riceve la notizia della morte di un caro amico, Jon Arryn, consigliere del re Robert Baratheon. Il sovrano è pronto a raggiungere il Nord per ordinare al vecchio compagno di battaglia Ned di accettare il ruolo che fu di Arryn. Baratheon e Stark condividono una storia di vecchia data. Sfidarono insieme il regno del terrore dei Targaryen, che dominavano il Westeros. A scatenare la scintilla fu il rapimento della sorella di Ned, Lyanna Stark. Robert ne era profondamente innamorato e giurò vendetta contro Rhaegar Targaryen. La rivolta si tramutò in guerra, con i Lannister che decisero di voltare le spalle al sovrano, aiutando Baratheon a salire sul trono di spade.

Venne poi deciso un matrimonio di comodo tra Robert e l’unica figlia di Tywin Lannister, Cersei. Quest’ultima scoprì però come il re avesse spazio solo per Lyanna nel suo cuore. Un matrimonio infelice, che portò alla nascita di tre figli dai capelli d’oro, come la madre e tutta la stirpe dei Lannister.

Cersei trova pace soltanto tra le braccia del fratello, Jaime, col quale ha una relazione incestuosa. Quest’ultimo è molto legato all’ultimo nato, Tyrion, che per tutta la sua vita ha dovuto sopportare il disprezzo si suo padre e sua sorella. È affetto da nanismo e la sua nascita portò alla morte di sua madre. Durante il soggiorno al Nord i due fratelli vengono scoperti in atteggiamenti inequivocabili da Bran Stark, giovane figlio di Ned, fatto precipitare da una torre e dato per morto. Il piccolo però riesce a salvarsi ma perde del tutto la capacità di camminare.

Col tempo avrà inizio per lui un lungo percorso, seguendo i propri sogni che risultano essere più veri di quanto possa pensare. Scopre di poter prendere possesso del corpo degli animali e si sente attirato verso una creatura misteriosa. Intanto Catelyn viene messa in guardia da sua sorella, vedova di Arryn. In una lettera la donna sostiene come siano stati i Lannister a ucciderlo. Decide così di partire per la capitale, dove si trova suo marito per volere del re. Qui ritrova un vecchio amico, Petyr Baelish, che le spiega come il pugnale utilizzato da uno sconosciuto per tentare di uccidere Bran (dopo la caduta), appartenga a Tyrion Lannister. Lady Stark riesce a mettere le mani su quest’ultimo, facendolo suo prigioniero e conducendolo da sua sorella.

Catelyn ha dunque lasciato casa, con Rob Stark, suo figlio maggiore, incaricato di fare le veci di suo padre. Questi dovrà salutare Jon Snow, figlio bastardo di suo padre cresciuto con la sensazione di non appartenere a quei luoghi. Il giovane decide di partire per la Barriera, accettando di diventare un “Guardiano della Notte”. Arya e Sansa invece, altre due figlie degli Stark, partono col padre alla volta della capitale, dove Sansa diventerà la promessa sposa di Joffrey, viziato nobile dall’animo malvagio.

Ben lontano dal gioco del trono si sviluppa inoltre la trama relativa a Daenerys Targaryen. Quest’ultima, insieme al fratello Viserys, sogna di tornare a casa un giorno, reclamando il trono del padre. Suo fratello ha un piano ben chiaro in mente e decide di venderla per ottenere in cambio il potere dell’armata dei Dothraki. Questi sono guerrieri indomabili, guidati da Khal Drogo. Robert Baratheon ascolta voci su questi due discendenti e intende ucciderli. Il destino ha però qualcosa di molto importante in serbo per Daenerys.

Uno scontro di re

Tradito da Baelish, Ned Stark viene mostrato come un traditore. La realtà è però ben diversa. Questi aveva infatti scoperto come Joffrey e gli altri due figli di Cersei non fossero di Robert Baratheon, bensì di Jaime. Dopo aver minacciato la regina con la verità, offrendole la possibilità di scappare, viene imprigionato e condannato a morte. A nulla vale il documento redatto dal sovrano in punto di morte, che consegna il regno nelle mani dell’amico, fino alla maggiore età di Joffrey. Quest’ultimo rompe la promessa fatta a Sansa e fa decapitare il padre, scatenando così la rivolta del nord, dove Robb Stark viene nominato re dal popolo e guida la propria armata.

La sua avanzata sembra inarrestabile e sul campo di battaglia riesce anche a far prigioniero Jaime Lannister. Questi verrà liberato da Lady Stark, che tradisce suo figlio per tentare di salvare la vita di Arya e Sansa, ancora intrappolate nella capitale. Una mezza verità, considerando come Arya sia riuscita a scappare. Jon intanto deve resistere alla tentazione di correre in soccorso della propria famiglia, restando alla Barriera e fronteggiando il “Popolo libero”, che vive al di là e intende giungere nel Westeros. Scappano dalla minaccia degli Estranei e Jon, in missione tra i ghiacci, riesce a infiltrarsi tra le loro fila, fingendosi disertore. Qui trova l’amore e scopre la possibilità di una vita diversa. L’onore però lo riporterà tra i “Guardiani della Notte” e verso un’inevitabile battaglia.

Joffrey è re e sua madre si rende conto del mostro che è in realtà. Tenta intanto di tessere alleanze per consentire di respingere l’armata del nord ma a dare speranza ai Lannister è ancora una volta Tywin. Questi ignora la prigionia del figlio Tyrion, che intanto riesce a costringere Lady Stark a liberarlo. Intanto al Nord è rimasto il giovane Bran Stark a governare Grande Inverno. Si ritrova a fronteggiare il tradimento di Theon Greyjoy, cresciuto come un figlio dagli Stark, pur essendo giunto al Nord come elemento di scambio dopo la sottomissione di suo padre, in seguito a une ribellione fallita. Un tradimento che costringe Bran e suo fratello Rickon a scappare. Ha così inizio il cammino del primo verso il “Corvo con tre occhi”.

Daenerys intanto ha seppellito suo fratello e perso suo marito. Soprattutto però sa d’essere una degna discendente dei Targaryen. Il suo corpo non può essere scalfito dalle fiamme e dalle tre uova ricevute in dono vengono fuori tre draghi, i primi a venire al mondo dopo decenni. Inizia così il suo viaggio verso Westeros ma lungo la strada decide di mostrarsi diversa dagli altri sovrani, liberando i popoli schiavizzati.

Una tempesta di spade

Ned Stark aveva avvertito Stannis Baratheon delle origini di Joffrey, chiedendogli dunque di reclamare il trono, essendo lui fratello maggiore di Robert. Questi giunge nella capitale nel precedente romanzo, dando il via alla battaglia delle Acque Nere. Fondamentale l’apporto di Tyrion in questo scontro, che avrebbe potuto veder crollare il regno dei Lannister. Alle sue strategie si unisce l’apporto di suo padre, che prenderà la gloria per sé, ignorandolo. Il rapporto tra i due raggiungerà livelli minimi, fino a una crepa insanabile, legata al passato di Tyrion.

Intanto Sansa riesce a fuggire dalla capitale grazie all’aiuto di Baelish. Alle sue spalle si lascia un sovrano deceduto. Tutti la accusano d’aver contribuito all’assassinio di Joffrey, per la cui morte viene imprigionato Tyrion. Questi deve sostenere un processo ingiusto, al termine del quale è condannato a morte.

Jon è intanto alle prese con una scelta dolorosa. Decide di abbandonare la sua Ygritte, che giura di ucciderlo. Torna tra i “Guardiani della Notte” e si cimenta in una battaglia che vede lui e i suoi compagni quasi sottomessi. L’arrivo di Stannis sarà però decisivo e salvifico. Questi non ha ancora rinunciato a reclamare il trono. È pronto a tutto pur di ottenerlo, anche seguire le indicazioni di una sacerdotessa che pratica arti oscure, Melisandre. Costei gli ha consentito di uccidere suo fratello Renly, altro pretendente alla corona. Un gesto che ha scosso Brienne di Tarth, guardia personale di Renly, accusata della sua morte. La donna, cavaliere senza pari, giura vendetta contro Stannis.

Intanto Robb Stark prosegue nella sua discesa verso la capitale ma l’amore lo conduce a compiere un gesto folle. Aveva promesso di sposare la figlia di Lord Frey, ottenendo dei vantaggi bellici. Rompe però l’accordo e sposa una giovane splendida. Un solo grave errore di gioventù, che lo condurrà verso un destino nefasto.

Se Sansa è con Baelish, rifugiatasi da sua zia Lysa Arryn, che nasconde un grande segreto, Arya è fuggita a Braavos, alla ricerca del misterioso Jaquen Hìghar, che le mostrerà la crudele via del Dio dai Mille Volti. A Est intanto Daenerys prosegue nel suo processo di liberazione. I suoi draghi crescono potenti ma scopre che dopo il suo passaggio le città toccate sono tornate alle vecchie abitudini schiaviste. Decide dunque di restare a Mereen e instaurare un regno, rimandando il ritorno a casa. Scopre inoltre il tradimento di un suo fedelissimo, capendo ben presto il pesto che consegue nell’avere una corona.

Un banchetto per i corvi

Sul trono della capitale vi sale Tommen Baratheon, guidato da sua madre ma soprattutto dalla giovane promessa sposa, appartenente a una ricca famiglia, che ha mire ben precise. Joffrey è deceduto ma la morte di Robb Stark consegna la vittoria ai Lannister. Jamie ha fatto ritorno a casa, ritrovando il cadavere del figlio, ma soprattutto sua sorella. L’atteggiamento di quest’ultima allontana Jamie, che chiede a Brienne di portare a termine l’incarico ricevuto dalla defunta Lady Stark, mettendo in salvo Sansa.

Brienne viene però catturata dagli uomini di Lady Stoneheart, il nome scelto da Catelyn Stark dopo essere stata riportata in vita da Beric Dondarrion. Le ordina di uccidere il traditore Jamie Lannister, così da avere risparmiata la vita. Brienne, in punto di morte, accetta.

Jon Snow è intanto il nuovo comandante dei “Guardiani della Notte” e il suo metodo lo porta a essere odiato da molti. Crede di poter collaborare con il “popolo libero”, considerando la minaccia degli Estranei ben maggiore. Intanto il suo amico Sam viene spedito alla Città Vecchia per diventare un Maestro. Qui scopre dell’esistenza di Daenerys e dei suoi draghi. Intanto nella capitale domina l’Alto Passero, sacerdote che guida una rivoluzione religiosa, imprigionando la regina madre, dinanzi all’impotente Tommen, soggiogato dalla sua futura moglie.

Una danza con i draghi

Theon ha fallito il tentativo di conquista di Grande Inverno ed è prigioniero del figlio bastardo del nuovo signore del Nord, Roose Bolton, reo d’aver tradito Robb Stark. Il suo figliastro, Ramsay, tortura Theon, tramutandolo in una creatura irriconoscibile, Reek.

Intanto Jon non vede alternative allo scontro con Ramsay ma i suoi piani e la sua politica verso il “popolo libero” lo conducono a morte. Vittima di un’imboscata da parte dei suoi stessi uomini. Alcuni congiurati lo pugnalano ripetutamente.

Tyrion è invece in fuga verso Est, pronto a cimentarsi in un lungo viaggio per conoscere Daenerys Targaryen, forse l’unica speranza per un mondo diverso nel Westeros. Qui scopre qualcosa di incredibile. Sotto mentite spoglie è in viaggio verso la regina dei draghi anche Aegon Targaryen, figlio di Rhaegar creduto da tutti morto. Tyrion viene però rapito da Jorah, che spera di ottenere nuovamente i favori di Daenerys consegnandolo come offerta sacrificale. La regina ha però altro cui pensare, dovendo fronteggiare una rivolta interna. Il suo pugno di ferro ha scatenato le ire dei potenti, privati dei propri schiavi. Dovrà dunque accettare un matrimonio di comodo per placare le acque. Brienne intanto ritrova Jamie e lo coinvolge in un nuovo viaggio, sulle tracce di Sansa. Il cavaliere è ignaro del destino della sorella, imprigionata e costretta ad ammettere i propri peccati. Umiliata e spogliata in strada, torna a palazzo e medita vendetta. Suo padre è morto, suo figlio è un inetto e suo fratello è lontano. È sola e pronta a dichiarare guerra al mondo.