Gomorra 4: i commenti entusiasti dei fan prima e dopo aver visto le puntate

Roma si veste da Gomorra e regala ai fan una serata fantastica. Le prime due puntate , che vedremo su Sky Atlantic venerdì 29 marzo alle ore 21.15 , sono state mostrate in anteprima ad alcune centinaia di fan lunedì 25. Risultato? Standing ovation . Il racconto della serata.

Gomorra - La serie, scopri lo speciale

(@BassoFabrizio
inviato a Roma)


Chi ci ha provato con lo sguardo sornione, chi col sorriso, chi con un amico che lavora al ministero...quel che è certo e che erano in tanti a volere vedere una anteprima le prime due puntate della quarta stagione di Gomorra - La Serie, che approda su Sky Atlantic venerdì 29 marzo alle ore 21.15. Per la prima volta si è trattato di un regalo ai fan, che hanno colto l'occasione e non sono stati spaventati da qualche centinaio di chilometri da percorrere. Perché il premio non erano solo le due puntate da vedere con qualche giorno di anticipo sulla messa in onda, bensì la presenza di tutto il cast. Una occasione praticamente unica. Infatti alla fine, dopo gli applausi, è scattata la corsa al selfie.

Non tutti sono stati accontentati, sarebbe stata una festa infinita, ma molti sono riusciti a toccare con mano e bloccare sullo smartphone l'idea di male, quel concetto di eroe negativo che è protagonista di Gomorra. La prima puntata di Gomorra 4 riannoda le fila con la terza stagione, ma riserva alcuni colpi di scena notevoli. La seconda ha per protagonista Genny Savastano e si confronta con la realtà che si respira (e quel respiro uccide) nella Terra dei Fuochi.

La serata è scivolata tra due momenti, tra un prima e un dopo. Il primo è stato fan divisi, schieramenti netti, richiesta di resurrezione per Ciro (d'altra parte è l'Immortale), sostegno alle donne di Gomorra e sensazioni di redenzione. Il secondo ha visto tutte queste fazioni allearsi in un unico, lungo applauso che ha fatto dimenticare l'immagine raccapricciante con cui si chiude il secondo episodio.

Sul Red Carpet, sovrastato dalle gigantografie dei protagonisti, è passato, tra i primi, Frank Matano, fan della serie in modo sui generis: "Ho visto tutta la prima stagione, metà della seconda e niente della terza, ma ricordo che ci ho passato tante belle serate con gli amici e finché si resisteva si andava avanti". Ha una sua idea liturgica della nuova stagione, il suo sogno è una redenzione globale, un viaggio verso l'onestà dove "Genny fa il fioraio e suo papà Pietro attraversa un bel periodo nell'aldilà. Anche se temo che l'inferno lo tenga in custodia". Ma la sua visione onirica di Gomorra - La Serie non si ferma: "Se Ciro è morto davvero, mi sarebbe piaciuto vedergli uscire dalla bocca coriandoli. Ma io sono già oltre, sono alla quinta stagione. Che accade? La camorra non esiste più e le alleanze sono tra squadre di calcio".

I fan non sanno cosa aspettarsi a pochi minuti dalla sigla dei Mokadelic. Chi vuole tanto sangue e tanti sottotitoli, chi una puntata a Ischia, chi ha la mamma che ritiene Ciro ancora vivo "essendo immortale" mentre il figlio è pronto alle esequie. Il risultato? Una pacata faida in famiglia. Pareri unanimi sulla forza dell'intreccio narrativo e anche sull'indimenticata Maria Pia Calzone alias Donna Imma, che quando appare sul Red Carpet è accompagnata da un "ohohoh" che arriva fino ai Castelli Romani, fino a Orvieto, fino a Ceri. E' lei in carne e ossa ma soprattutto è una donna straordinaria.

Una processione di popcorn che neanche in una settimana si consumano in un cinema precede l'arrivo del cast nella sala. Il primo ad apparire è l'amato Marco D'Amore. Lui è in platea, è passato in regia e dunque non ha accesso al palco. Ma vederlo vivo rassicura i fan, qualcuno chiede al vicino se è davvero lui o un avatar. E' lui, e quando si siede guarda la gente che lo viviseziona e dice: "Scusate le spalle".

Eccolo il cast. Sono in cinque a entrare in fila indiana: Ivana Lotito, Cristiana Dell'Anna, Salvatore Esposito, Arturo Muselli e Loris De Luna. Più applausi in una sera, per loro, che pallottole sparate in tre stagioni di Gomorra. Il microfono è nella mani di Salvatore Esposito, il quale ironizza che "mi piace girare armato, anche solo di microfono. Siamo alla quarta stagione, siamo carichi e state attenti: solo all'ultima puntata troverete risposte a tante domande". Poi saluta sua mamma, Donna Imma, e scherza con Marco D'Amore chiamandolo "uomo bollicina", poiché scivolando ucciso sui fondali del Golfo di Napoli, si è lasciato dietro una scia di bollicine e (fatue) speranze. Col suo tono da boss, anche se qualcosa cambierà già dalla prima puntata, ha chiesto ai fan di non effettuare riprese durante la proiezione, perché "noi siamo gente pericolosa che si innervosisce facilmente". E facilmente sono esplosi anche gli applausi. Gomorra 4 piace, anche i fan della prima ora sono usciti nella notte romana sorridenti. E, forse, guardandosi le spalle.