Deutschland 86, fra fiction e realtà

Inserire immagine

E' in onda su Sky Atlantic Deutschland 86, il sequel della serie tv che narra le vicende di una giovane spia della STASI durante il periodo della Guerra Fredda. Ma quanto c'è di vero nell'universo raccontato dallo show in onda ogni lunedì alle 21.15, in esclusiva per l'italia? Continua a leggere e scopri di più

La Germania divisa dal Muro di Berlino e una spia della STASI di nome Martin Rauch che, dopo aver vissuto sotto copertura nella Germania dell’Ovest, si ritrova impegnato in Sudafrica in una difficile missione volta a sanare le casse del suo paese: è in onda su Sky Atlantic, in esclusiva per l’Italia, il sequel di Deutschland 83, l'apprezzatissima miniserie ambientata durante la Guerra Fredda. Ma, mentre aspettiamo di scoprire come si svolgeranno i fatti in Sudafrica, quanto c’è di vero nella Guerra Fredda raccontata dal primo show?

Aspettando Deutschland 86: dove eravamo rimasti?

La Germania della Guerra Fredda

Non sembra che Deutschland 83 sia una storia vera in termini di personaggi specifici, ma certamente si inquadra all'interno di un contesto storico scandito dagli eventi reali risalenti al periodo della Guerra Fredda. "Anna e Joerg Winger – dice Joel Stillerman di SundanceTV a Deadline, parlando degli showrunner -hanno fatto un lavoro incredibile prendendo in considerazione eventi storici ben noti e inquadrandoli con un obiettivo unico nella prima stagione. Sappiamo che offriranno una nuova prospettiva agli eventi in Deutschland 1986 e sono entusiasta di unirmi a loro in un loro viaggio indietro nel tempo”. È in questo panorama che nella prima stagione della serie si muove il protagonista Martin, una spia della Germania dell'Est inviata a lavorare sotto copertura nella Germania dell’Ovest, un universo totalmente diverso da quello da lui conosciuto.

Germania dell’Ovest Vs. Germania dell’Est

Deutschaland 83 e sequel vogliono regalare al pubblico un altro punto di vista sulla Germania dell’Est, discostandosi dalla visione triste e rigida che la caratterizza secondo il comune sentire: "È importante ricordare che molte persone erano felici nella Germania dell'Est, non ha funzionato economicamente, ma ciò non significa che a volte non ci si sia sentiti bene a farne parte. L'esistenza dell'Est ha reso l'Occidente più umano ma ora, in un'era di capitalismo sfrenato, non abbiamo più quell'equilibrio”, spiegano gli sceneggiatori. Tuttavia la serie crea il proprio mondo fantastico intorno a fatti reali, rinunciando a qualsiasi pretesa storica. Insomma, la serie è un testimone divertente ma inaffidabile sia per l'Est che per l'Ovest nel 1983, a partire dal modo in cui viene arruolato il protagonista Martin Rauch, infiltrato come agente della STASI dopo appena due settimane di addestramento, un fatto che nella realtà risulta piuttosto improbabile. Inoltre c’è da scommettere che la STASTI, secondo gli storici di oggi, per infiltrare uno dei suoi nella ADR, avrebbe probabilmente scelto qualcuno già residente da quella parte del Muro... E ancora, davvero la situazione è stata salvata dalle gesta di un solo uomo, pure addestrato superficialmente, mentre il mondo era alla soglia di un conflitto nucleare e Ronald Reagan, salito alla presidenza degli Stati Uniti, si circondava di personalità difficili e fanatiche, aizzandole contro l’Unione Sovietica, grande male dell’epoca?

Deutschland 86, il cast e i personaggi

Deutschland 86 e l’influenza di Trump

Intanto in un'intervista con il Daily Beast, i creatori dello spettacolo, Anna e Joerg Winger, hanno parlato di come alcuni aspetti dello show possono rispecchiare le cose che accadono ai giorni nostri. "Per caso abbiamo iniziato a sviluppare D86 il giorno dopo l'elezione di Trump. Eravamo drogati di notizie politiche, ovviamente. Quindi, guardando al comunismo in fase avanzata, dal punto di vista dell'ipercapitalismo in fase avanzata, si possono notare svariati, interessanti parallelismi emotivi che riguardano la politica interna e le guerre in paesi stranieri", ha detto Anna Winger. "Li trovi dove meno te li aspetti ... Quando guardiamo indietro alla Guerra Fredda tendiamo a pensare che la politica oggi sia più semplice di allora. Ma in realtà c'erano molte zone oscure, confuse e grigie, proprio come oggi. Ci piace scrivere proprio di queste zone grigie”.

Quel che è certo, però, è che Deutschland 86 assicura al pubblico una buona dose di suspense e adrenalina: appuntamento ogni lunedì alle 21.15 su Sky Atlantic.