Big Little Lies 2: dove abbiamo lasciato Renata interpretata da Laura Dern

Aspettando l’attesissima seconda stagione di Big Little Lies , in arrivo su Sky Atlantic a partire dal 18 giugno alle 21.15, ecco dove abbiamo lasciato Renata, interpretata da Laura Dern.

Big Little Lies 2, lo speciale

Il conto alla rovescia continua imperterrito e non lascia scampo: non vediamo letteralmente l’ora che arrivi la seconda stagione di Big Little Lies!

In onda su Sky Atlantic a partire dal 18 giugno, l’attesa ci sta sfiancando. Perché la serie creata da David E. Kelley e ispirata al romanzo Piccole grandi bugie di Liane Moriarty parla di donne vere che fanno cose vere, nel bene e nel male. Chiacchierano, spettegolano, si pugnalano alle spalle come ogni donna che (non) si rispetti. Ma non solo: sono capaci di tutto, anche di uccidere se messe alle strette…

E a farlo sarà addirittura la donna più angelica e innocua della rosa di femmine bellissime ma dotate anche di spine acuminate che si sono rivelate le protagoniste di Big Little Lies. Fiori d’acciaio, per citarne altri, che non si spezzano facilmente, anzi.

Se tra Madeline e Renata, perfide, agguerrite e quelle che si suol dire dei veri “peperini”, e la dolce e pacifica Bonnie (l’insegnante di yoga tutta bontà, perdono e introspezione che è la nuova compagna dell’ex di Madeline) qualcuno avesse dovuto scommettere chi avrebbe fatto fuori Perry (il violento di cui nessuno sentirà la mancanza, madre a parte: sua mamma sarà interpretata nella seconda stagione da Meryl Streep, che ce ne farà vedere delle belle…) nessuno avrebbe mai pronunciato il nome di Bonnie. E invece…

Una su cui si sarebbe potuto puntare forte è invece proprio Renata, personaggio poliedrico e ben sfaccettato interpretato da un’eccezionale Laura Dern. Donna in carriera ricchissima e potente, aggressiva in superficie ma in fondo molto fragile, rosa dai dubbi e dalle insicurezze (e questo la rende una bomba pronta a esplodere quando meno ce lo si aspetta), questa mamma di Monterey è ossessionata che la sua piccola Amabella non abbia tutto ciò che merita. E non si sente mai all’altezza, come donna ma innanzitutto come madre. Un personaggio dalle mille sfumature che ben rende la poliedricità tipica dell’essere femminile.

Renata è sposata con Gordon Klein (interpretato da Jeffrey Nordling) e vive a Monterey in una villona extralusso in cui conduce una vita all’altezza del suo ceto sociale e del suo conto a più zeri in banca. Però teme sempre che qualcosa possa giungere inaspettatamente a spezzare l’incantesimo e la sua favola. Che sia arrivata quella cosa, ossia l’uccisione di Perry?

Nella prima stagione assiste anche lei, nell’ultimo episodio, alla morte di Perry, e farà scudo con le altre donne, sue amiche ma innanzitutto sue alleate. In quanto madri, in quanto donne. In quanto fiori d'acciaio.