She-Hulk, tutto quello che c'è da sapere sulla serie tv in uscita il 18 agosto

Serie TV

Manuel Santangelo

Nella serie che chiuderà definitivamente la quarta fase del Marvel Cinematic Universe, faremo la conoscenza dell’avvocato Jennifer Walters alias She-Hulk. La cugina di Bruce Banner promette già di essere molto più che una semplice versione al femminile del supereroe verde. Scopriamo perché

 Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

 

Che She-Hulk: Attorney at Law non sia una classica serie sui supereroi lo si capisce già da come è stata pubblicizzata. Dai trailer costruiti come finti spot dello studio legale in cui lavora la protagonista all’account Tinder di She-Hulk, con tanto di immagine e bio creata ad hoc. La serie promette di focalizzarsi soprattutto sulla quotidianità di un supereroe suo malgrado a partire già dal primo episodio, disponibile dal 18 agosto su Disney+ (visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick).

Una Hulk in carriera

vedi anche

She-Hulk, la 1° clip mostra la protagonista che si esercita con Hulk

 

Della trama della serie sappiamo finora poco, giusto una breve sinossi e quello che abbiamo visto nei trailer, ma più di qualcosa si può intuire partendo dal fumetto.

She-Hulk è un personaggio creato nel 1980 da Stan Lee e fa parte ovviamente dell’universo Marvel. Gran parte del suo successo si deve al fatto che Jennifer Walters/She-Hulk è sempre stata molto di più che una semplice versione al femminile dell’ormone verde. Jennifer diventa il suo alter-ego dopo un incidente, a seguito del quale riceve una trasfusione da suo cugino Bruce Banner/Hulk. Una volta acquisiti i poteri, la nostra protagonista non va tuttavia a salvare il mondo da qualche supercattivo ma prova piuttosto a far convivere la nuova identità con la normale vita di un avvocato trentenne.

Vediamo se diventa verde (e quando)

vedi anche

She-Hulk, Tatiana Maslany protagonista della serie TV

 

Con queste premesse non è difficile pensare che il tono di She-Hulk: Attorney at Law sarà diverso da quello della maggior parte dei prodotti Marvel. Non è un caso d’altronde che a curare la serie sia stata chiamata Jessica Gao, vincitrice di un Emmy per la serie d’animazione politicamente scorretta Rick and Morty. La sua esperienza in produzioni dai toni così scanzonati sarà sicuramente tornata utile per raccontare una storia che, già nel mondo dei comics, si prendeva diverse licenze per far ridere e coinvolgere il lettore (a cominciare dalla sistematica rottura della quarta parete).

 

La showrunner Gao non sarà l’unica donna coinvolta nella creazione di She-Hulk, che in diversi episodi si avvarrà della presenza in regia di Kat Coiro. Come Jessica Gao, anche Coiro è alla prima esperienza nel mondo dei supereroi ma ha già esperienza nella direzione di prodotti diversi, come la commedia romantica Marry Me - Sposami, con Owen Wilson e Jennifer Lopez.

 

La protagonista della serie è infine Tatiana Maslany. L’attrice vincitrice di un Emmy grazie alla serie-tv Orphan Black sembra a suo agio sia nei panni di Jennifer Walters che in quelli della sua enorme versione “in verde”. Ad affiancarla tanti personaggi iconici del Marvel Cinematic Universe, che tornano nella serie anche solo per un cameo. Si va quindi dall’imprescindibile Hulk interpretato da Mark Ruffalo a Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky/Abominio, senza dimenticare lo stregone supremo di Benedict Wong e il Dardevil interpretato da Charlie Cox.

 

La serie She-Hulk: Attorney at Law sarà composta da nove episodi della durata di una mezz’oretta l’uno. Le puntate saranno disponibili una alla volta, a cadenza settimanale a partire dal 18 agosto. Il finale è previsto per metà ottobre e rappresenterà la fine della fase quattro del Marvel Cinematic Universe. Come anticipato però dal produttore Kevin Feige, She-Hulk tornerà però anche più avanti nell’MCU, soprattutto per gestire gli affari legali dei supereroi della casa. La centralità della cugina di Bruce Banner  in futuro non è in discussione e si intuisce anche dal fatto che, già questa prima stagione di She-Hulk, si farà riferimento a uno degli snodi principali della saga: gli accordi di Sokovia, quel trattato che imponeva a Iron Man e co. di rispettare le linee guida e i regolamenti stabiliti dalle Nazioni Unite e che aveva provocato nette divisioni tra gli Avengers. Non resta che aspettare per saperne di più. Per ora quel che è certo è che anche Spider-Man si è trovato un buon avvocato.

Spettacolo: Per te