Warrior, una serie TV ispirata al film con Tom Hardy

Serie TV

Addio ai personaggi del film. Spazio a quattro nuovi combattenti e temi sociali delicati da fronteggiare, ha spiegato il regista

“Warrior” è una pellicola del 2011 diretta da Gavin O’Connor. Un titolo decisamente apprezzato da critica e pubblico, con un cast eccellente, che vanta Joel Edgerton, Tom Hardy e Nick Nolte. Una storia drammatica, di conflitti familiari e rinascita. Il tutto mescolato a un enorme lavoro effettuato sul ring. Hardy ed Edgerton, i due protagonisti, si sono allenati duramente per riuscire a proporre degli stili convincenti di combattimento nei panni di Tommy e Brendan.

warriors
@Lionsgate

Sono trascorsi dieci anni da allora e O’Connor ha svelato lo sviluppo di una serie TV basata sul suo lungometraggio. Non torneranno i personaggi tanto amati sul grande schermo. Si tratterà di una storia nuova, che però terrà vivo quello spirito.

Warrior, la serie

approfondimento

Le migliori serie TV da vedere a settembre 2021. FOTO

Cosa c’è da aspettarsi, dunque, da questa serie TV ispirata a “Warrior”? Ne ha parlato il regista nel corso di un’intervista a “Discussing Film”. A finanziare il progetto ci sarà Lionsgate, ha spiegato O’Connor, che ha poi puntualizzato: “Non ci saranno i Conlan. Non si tratta del film e non ci sarà spazio per nessuno, padre o figli. Lo show avrà però lo stesso spirito della pellicola. L’idea è quella di affrontare delle questioni sociali che sono molto importanti per me. Intendiamo parlare delle realtà dolorose dell’America di oggi. Che si tratti di povertà, incarcerazione, dipendenza o salute mentale, nei miei lavori mi occupo di problemi”.

approfondimento

Havoc: Tom Hardy protagonista del thriller diretto da Gareth Evans

Un totale di quattro personaggi protagonisti, due uomini e due donne. Si tratta di combattenti, tutti pronti a cimentarsi in questa competizione, per poi fronteggiarsi. Tutti loro hanno delle storie personali che li hanno spinti fino a questo punto. Combattono per dire addio alla povertà che li ha attanagliati per anni, per aiutare economicamente la propria famiglia: “Vogliono fronteggiare le cose che accadono nel mondo. Ho un personaggio che è a Dublino, in Irlanda, nella prigione di Mountjoy. Una ragazza musulmana che combatte e vive nella propria comunità conservatrice fuori Parigi. È lesbica ed è una combattente, ma nessuna delle due cose è ammessa dove vive”. Lo show potrebbe approdare su HBO, ma non vi sono ancora conferme in merito. Lo stesso dicasi per il cast. Il processo è ancora in corso e l’unica conferma, per ora, è quella di Daniel Cormier.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.