Sex Education 3, ecco quando è previsto il ritorno sul set

Serie TV

La produzione vorrebbe concludere la terza stagione entro l’estate. Se così fosse, non sarebbe da escludere l’arrivo su Netflix e Sky Q prima della fine del 2020

“Sex Education” è una delle serie TV originali Netflix più apprezzate degli ultimi anni. Ad oggi sono disponibili due stagioni, visibili anche sul decoder Sky Q per gli abbonati. I fan attendono con ansia l’arrivo della terza, le cui riprese sono in ritardo a causa dell’emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - I NUMERI ITALIANI: GRAFICHE).

approfondimento

13 serie TV da vedere se ti è piaciuta Elite

Lentamente si ritorna però sul set, sia per quanto riguarda il cinema che per le serie TV. Lo stesso vale per “Sex Education”, come confermato dai produttori dello show. La “Eleven” ha dichiarato a “Deadline” di star lavorando per riuscire a dare il via alle riprese della terza stagione nel mese di agosto nel Regno Unito. Wayne Garvie, presidente della produzione internazionale di Sony, posto a gestione di “Eleven”, ha dichiarato: “Al momento è tutto a posto. Dopo la crisi legata al Covid-19 ci sarà una situazione diversa. I prossimi anni saranno complicati, con false partenze. Alcune produzioni riprenderanno e poi si fermeranno di nuovo. Si tornerà però sul set”. Nessun ritardo o nuova emergenza da fronteggiare dunque. Il piano è quello di tornare in un paio di mesi a lavorare con cast e crew.

Allo stato attuale si sta ragionando sullo sviluppo e soprattutto si valutano i protocolli previsti per la sicurezza della troupe e degli attori. Il piano originario prevedeva l’avvio delle riprese a maggio, reso impossibile a causa del lockdown in Galles. Sarà una corsa contro il tempo, considerando come si intenda concludere tutti gli episodi entro l’estate. Si tratta di un elemento importante per l’atmosfera e la fotografia che contraddistinguono lo show. 

Sex Education 3, cosa sappiamo

approfondimento

Come vendere droga online (in fretta) 2, il trailer e la data d'uscita

Nel corso della seconda stagione vediamo un Otis ormai “sbloccato”, per così dire. È in grado di accettare i propri impulsi sessuali, pur facendo fatica a padroneggiarli. Tenta in tutti i modi di portare avanti la propria relazione con Ola, ma i due sembrano ritrovarsi a un punto morto.

Il rapporto con Maeve non aiuta di certo a gestire al meglio questa situazione. Otis prova qualcosa per lei e lo stesso dicasi per la ragazza. Il liceo ha dovuto inoltre affrontare un’epidemia di clamidia, il che rende necessario l’arrivo della madre di Otis a scuola, così da migliorarne l’educazione sessuale. Una stagione che lascia i fan con un doloroso cliffhanger. Otis è pronto a fare un passo verso Maeve ma lei non riesce ad ascoltare il suo messaggio in segreteria. Le frasi di Otis vengono intercettate da un nuovo rivale in amore. 

approfondimento

Cursed, poster e prime foto della serie TV di Frank Miller

Nella terza stagione, accantonata la fase della scoperta, potremo vedere dei protagonisti più maturi. Tutti loro saranno chiamati a fronteggiare le conseguenze delle proprie scelte. Basti pensare a Otis, la cui attività è stata ormai scoperta dalla madre. Di certo il tema principale della stagione sarà il rapporto tra il giovane e Maeve, che potrebbe dare il via a una nuova relazione, ignara dei sentimenti dell’amico.

Eric ha invece deciso di ascoltare il cuore e non la ragione. Ha dato una chance ad Adam, che sembra pronto a mostrarsi in pubblico con lui. Resterà da capire se sia in grado di comportarsi da vero fidanzato, accettando la propria sessualità fino in fondo. 

Spettacolo: Per te