Billions 5, la recensione del primo episodio, "I nuovi deca"

Serie TV sky atlantic

Linda Avolio

Leggi la recensione del primo episodio di Billions 5, "I nuovi deca." La nuova stagione della serie tv targata Showtime è in onda su Sky Atlantic il mercoledì sera alle 21.15 (disponibile anche On Demand e in streaming su NOW TV). - OVVIAMENTE CI SONO SPOILER PER CHI NON HA ANCORA VISTO L'EPISODIO

Billions 5, cos'è successo nel primo episodio

Sono passate alcune settimane tra la fine della quarta stagione di Billions e l’inizio della quinta. Il primo episodio si apre con il matrimonio di Charles Rhoades, che, dopo le ultime peripezie, a quanto pare ha deciso di mettere la testa a posto dandosi un’altra (un’ultima, è più probabile!) chance sia come marito, di Roxanne, sia come padre, della piccola Willow. Ed eccoci dunque al banchetto post cerimonia, con tanto di ex moglie di Senior e futura ex moglie di Junior tra gli invitati. Una situazione semplicemente assurda e decisamente imbarazzante, ma Wendy, ormai lo sappiamo bene, è una signora con tutte le lettere maiuscole, ed è in grado di gestire in maniera eccellente entrambe i Rhoades. Il personaggio della sempre ottima Maggie Siff decide di presenziare perché, come verrà poi rimarcato anche da Chuck, la famiglia è pur sempre la famiglia (per quanto disfunzionale possa essere…), ma ormai si tratta più che altro di una cortesia, nulla di più. 

approfondimento

Billions 5, dove e quando vedere la nuova stagione in italiano

Chuck, costretto a partecipare a questa farsa, tiene duro per tutta la sera e fa anche un bel discorso in cui, a parole, dice di essere contento dell’arrivo di Roxanne e Willow (rispettivamente la sua “matrigna” e la sua “sorellastra,” e fa ridere anche solo a pensarlo, figuriamoci a scriverlo!), ma è evidente che dentro è scosso, più che altro perché la situazione con Wendy lo sta logorando. E cosa c’è di meglio di una bella sessione di BDSM per scaricare un po’ di tensione?

 

Il mattino seguente, i personaggi di Paul Giamatti e di Maggie Siff hanno l’ennesima discussione: lui dice di essere pronto per cambiare, per evolvere - nella speranza ovviamente di poter sistemare le cose -, ma lei, in maniera assai netta, gli risponde che crede che lui creda veramente di poterlo fare, lasciando intendere che in realtà non c’è speranza che ciò accada. Poi, colpo di grazia, gli chiede di far redigere un annuncio dal suo ufficio stampa per comunicare ufficialmente la fine del loro matrimonio. Chuck prende tempo, spera che la richiesta cada nel dimenticatoio, ma Wendy, desiderosa di voltare pagina, chiede a Lauren di procedere per conto suo, cosa che, ovviamente, non fa molto piacere al suo ormai ex marito.

approfondimento

Billions 5, il cast e i personaggi della serie tv. FOTO

Forse andrà meglio sul piano professionale. Nuovamente a caccia della sua balena bianca, Rhoades, intenzionato a distruggere il suo arcinemico, Bobby Axelrod, lo colpisce al fianco, e grazie alle preziose informazioni ricevute da Taylor riesce a smantellare una fabbrica clandestina di criptovalute colpevole di aver prosciugato le risorse energetiche della città e dell'area metropolitana. Fabbrica in qualche modo collegata anche a Axe. Chuck, comunque, in questa ennesima guerra non è solo, ma, anzi, ha la fortuna di avere dalla sua la scaltra e determinata Kate Sacher. Con l’uscita di scena di Brian Connerty, finalmente il personaggio di Condola Rashad, che nel suo futuro neanche troppo lontano vede già la corsa per entrare al Congresso, ha lo spazio che si merita.

 

Veniamo poi a Bobby il Rosso, che si presenta agli spettatori con capello lungo e barba incolta, un cambio di look a dir poco netto. Lo ritroviamo in Alaska insieme al fidato Wags, per la precisione dentro un tepee sperduto in mezzo al bosco, con tanto di sciamano, di ayahuasca, di allucinazioni e di trip mentali di prim’ordine. Dopo aver reso inoffensiv* Taylor, che nella S04 gli ha dato parecchi grattacapi, Axe, entrato da poco nella cricca dei miliardari con un patrimonio personale uguale o superiore ai dieci (DIECI!!) miliardi di dollari, confessa all’amico e socio di non provare niente…ma di aver capito, grazie a questa esperienza mistica, qual è il vero senso di ogni cosa e quali saranno le sue prossime mosse.

Durante l’avventuroso viaggio di ritorno - tremila e passa miglia in moto, per la gioia della schiena di Wags - Bobby si lascia convincere dal suo braccio destro a rispondere all’invito di Vanity Fair, che, per festeggiare il suo essere entrato nella rosa dei “deca miliardari,” propone un servizio fotografico, ovviamente con intervista a corredo. Peccato che Wags si sia dimenticato di specificare che in realtà si tratta di un servizio fotografico di gruppo. Un colpo non da poco per l’ego di Axe, che, tra l’altro, si ritrova a condividere la scena con Michael Thomas Aquinius Prince, un collega originario del Midwest con un approccio praticamente opposto al suo. Il classico good guy, quasi un guru quando si ritrova a snocciolare perle come “Un uomo senza umiltà è un uomo senza orgoglio.”

 

A causa dell’intervento di Chuck in merito alla fabbrica segreta di criptovalutte, Axe è costretto a lasciare il set prima del previsto, salvo poi scoprire che Mike Prince, zitto zitto, ne ha approfittato per restare da solo in copertina e per rilasciare un’intervista in cui, anche se in maniera assai educata, suggerisce che ormai il modo di agire della Axe Capital appartiene al passato, mentre lui ovviamente è il futuro. Bobby è furibondo: ecco verso chi sarà diretta la sua ira funesta da qui in avanti. Il primo colpo verrà sferrato al consueto ritrovo annuale per nomi grossi del settore organizzato dallo stesso Prince: GAME ON!!

 

Peccato che nel frattempo sia tornato, più carico di prima, anche un vecchio nemico: Rhoades. Da Taylor - che non ha nessuna intenzione di andare a rimetterci in termini di efficienza solo per restare fedele a un patto più subito che voluto -, Axe scopre infatti che Chuck ha segretamente dissotterrato l’ascia di guerra. Per questo motivo si presenta a casa sua con un regalo che in realtà è più un messaggio a metà tra il detto e il non detto. I volumi della Seconda Guerra Mondiale firmati da Churchill, volumi comprati dal personaggio di Damian Lewis nella seconda stagione solo per dispetto, sono la scusa per chiedere al Procuratore Generale dello Stato di New York di lasciar cadere il caso, ma il personaggio di Paul Giamatti, nonostante la riconoscenza, dice di avere le mani legate, e che al massimo si può passare da un processo penale a un processo civile.

 

Ciò che Chuck non dice, in compenso, è che ha capito che Taylor ha cantato. Sorge però spontanea una domanda: fa tutto parte di un piano più grande? O veramente il personaggio di Asia Kate Dillon si è mosso così onde evitare di rimanere schiacciato tra due colossi in guerra? Alla Axe Capital la situazione tra i due team, costretti loro malgrado a condividere i loro rispettivi spazi vitali, è a dir poco tesa, ma ci pensa Wendy a far passare come si deve il concetto che, alla fin fine, c’è bisogno di collaborazione, perché solo così si portano a casa i risultati. Taylor, però, dentro non è tranquill*…e a questo ci pensa invece Lauren, che ha un regalo davvero interessante: un biglietto per una seduta in una rage room. Niente di meglio di un po’ di sana distruzione per ripartire carichi e concentrati come non mai!

Billions 5, il commento al primo episodio

approfondimento

Billions 5, le foto della nuova stagione della serie tv

Archiviata la guerra tra Taylor e Axe e archiviata la guerra tra Chuck e Connerty (e Jock), Billions, nella quinta stagione, torna un po’ alle origini, e si focalizza nuovamente sull’eterno (cronico, verrebbe da dire!) scontro tra i personaggi di Lewis e Giamatti, mattatori incontrastati della serie. Sempre sopraffina Maggie Siff, la sua Wendy è forse il personaggio più affascinante in assoluto, e sempre accattivante Asia Kate Dillon, la cui fisicità è semplicemente inscindibile e imprescindibile dal suo personaggio, Taylor Mason.

 

Il premio simpatia resta invece saldamente in mano a Wags, interpretato da un David Costabile che per questo ruolo è praticamente perfetto. Per ora appena accennato il Mike Prince di Corey Stoll, ma siamo sicuri che un attore di quel calibro, un volto molto noto della serialità statunitense, ci riserverà le dovute sorprese. Molto divertente, infine, il cameo della wrestler Becky “The Man” Lynch (pressoché sconosciuta al grande pubblico in Italia, ma una star negli U.S.A.), che, per il bene della squadra, fa finta di prenderle da Mrs. Rhoades (Mrs. ancora per pochissimo, però!).

Spettacolo: Per te