I Pink Floyd hanno annunciato un misterioso evento alla Battersea Power Station

Musica

Manuel Santangelo

Per accompagnare l’attesa uscita del remix di Animals la band inglese ha condiviso sui social un post abbastanza criptico, che cita l’iconica copertina dell’album e invita ad aspettarsi sorprese

 Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

La Battersea Power Station è sorta a Londra, sulla riva sud del fiume Tamigi, ormai quasi cento anni fa. Ha smesso di essere una centrale elettrica funzionante ormai dagli anni Ottanta ma rimane l’edificio in mattoni più grande d’Europa. Falliti tutti i tentativi di riconversione, oggi la Battersea è utilizzata soprattutto come set cinematografico: sono state girate qui scene di film famosi come I figli degli uomini di Alfonso Cuaron o Il discorso del re di Tom Hooper. Anche un gruppo piuttosto famoso negli anni Sessanta l’aveva usata come scenario di alcune sequenze della propria pellicola Beatles Help!. Il collegamento più forte tra la Battersea Power Station e il mondo della musica rimane però uno scatto, un’immagine iconica destinata a restare nell’immaginario collettivo. La fabbrica a quattro ciminiere è infatti la protagonista della copertina di Animals, lo storico album dei Pink Floyd del 1977. Uno dei dischi più amati del gruppo inglese che, dopo anni d’attesa, è pronto a tornare in una nuova veste. Un restyling che coinvolge anche la storica cover, condivisa sui social della band assieme all’anticipazione di un prossimo esclusivo evento proprio nei pressi della centrale di Battersea.

Un maiale rosa nel cielo

approfondimento

The Dark Side of The Moon, storia dell'album dei Pink Floyd

La copertina originale nacque dopo tre giorni di lavoro. Lo studio fotografico e di grafica Hipgnosis era specializzato nella creazione di cover per album musicali e aveva lavorato con grandi nomi del calibro di Led Zeppelin, Genesis e soprattutto Pink Floyd. C’erano per esempio i tipi di Hipgnosis dietro la mucca di Atom Heart Mother, l’album del 1970 di Roger Waters e compagni famoso anche per la sua copertina. A distanza di sette anni, il nuovo lavoro commissionato dai Floyd coinvolgeva un altro animale, stavolta gonfiabile, e lo scatto appariva più complicato da realizzarsi anche per la location. Il maiale fluttuante mascotte della band Algie doveva infatti fluttuare tra le ciminiere della Battersea Power Station spiccando nel grigio cielo londinese. Tanto impegno venne alla fine ripagato, trasformando quella fotografia in una delle copertine più famose della storia del rock.

Animals fantastici e dove trovarli

vedi anche

Nick Mason su eventuale reunion dei Pink Floyd: "Ci vorrebbe Mandela"

Oggi, a quarantacinque anni di distanza, la cover di Animals viene riproposta in chiave moderna come tutto l’album. Il remix del disco è in realtà  pronto già da tempo ma è rimasto in naftalina da quattro anni, a causa delle incomprensioni tra i membri della band. Paradossale se si pensa che oggi sembrano proprio i componenti dei Pink Floyd i primi ad essere felici del lavoro. “Sono contento che l'abbiamo remixato invece di lasciarlo così com'era. Penso che di tutti gli album sia forse quello registrato meno bene. Ha meritato un miglioramento”, ha detto il batterista Nick Mason mentre Aubrey Powell, l’uomo incaricato di rivedere la veste grafica dell’operazione, ha esternato tutto il suo entusiasmo: “So che la band non è mai stata del tutto soddisfatta di Animals. Lo realizzarono nel loro studio per la prima volta e hanno avuto un sacco di problemi iniziali. Ora ha preso vita e la grinta è proprio quella immaginata da Roger. È incredibile”. La rinascita di un disco meraviglioso ma a lungo “azzoppato” da problemi di mastering merita di essere celebrata a dovere con un evento. Un’iniziativa che pare ci sarà presto, anche se per ora i Pink Floyd l’hanno annunciata solo con un nebuloso post sui social, in cui si mostra la nuova copertina con tanto di “maiale volante”.

Tutti a Battersea

vedi anche

Pink Floyd, i 15 album in studio e contenuti inediti su TikTok

Lo skyline londinese è cambiato, anche Algie sembra un maiale volante più realistico di quello che fluttuava nello scatto del 1977, in generale sembra tutto più “grigio”. A non cambiare mai è solo la Battersea Power Station dove, almeno stando all’annuncio dei Pink Floyd di settimana scorsa, dobbiamo aspettarci di vedere sorprese. La didascalia del post è abbastanza confusa e non chiarisce a che evento assisteremo presentandoci al cospetto delle quattro ciminiere: “Per celebrare l'uscita di Animals 2018 Remix dei Pink Floyd, la Battersea Power Station di Londra si trasformerà in una tela perfetta. Il prossimo mercoledì e giovedì, tra le 20:30 e le 23:00”. Insomma qualcosa accadrà e potrebbe essere un’iniziativa ripetuta più volte. I fan sospettano che si tratti di una performance artistica in grado di fondere musica e immagini. Non ci resta che aspettare. C’è per ora una sola certezza: a quasi mezzo secolo di distanza un suino continua a volare ancora nel cielo inglese.

Spettacolo: Per te