Elio e le Storie Tese, il figlio del cantante: "Sono autistico e ne vado fiero". VIDEO

Musica

Matteo Rossini

©Kika Press

Dante Belisari, figlio di Elio, ha raggiunto Nico Acampora, educatore e fondatore di Pizzaut: “Vi chiedo una cosa in particolare. Per prima cosa godetevi lo spettacolo, vi lascio in pace, ma come seconda cosa per favore, rispettate tutte le persone autistiche“

L’Arena Fiera di Bergamo ha ospitato il Concertozzo (FOTO), l’evento ideato da Elio e le Storie Tese, Radio Deejay e il Trio Medusa per raccogliere fondi, insieme all’organizzazione umanitaria Cesvi. Il concerto ha visto anche la presenza di Nico Acampora, educatore e fondatore di Pizzaut, che ha chiamato sul palco Dante Belisari, figlio del frontman della formazione protagonista della serata.

dante belisari: “rispettate tutte le persone autistiche”

approfondimento

Elio e le Storie Tese, le foto del concerto-reunion di Bergamo

 

Un’occasione che ha unito musica e solidarietà. Dopo due anni di attesa, l’evento ha radunato migliaia di persone nella città simbolo alla lotta al Coronavirus (LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI - LA MAPPA). Come rilanciato anche dall’ANSA, durante il Concertozzo Nico Acampora è salito sul palco per ricordare l’importante progetto Pizzaut, ovvero la pizzeria gestita da ragazzi autistici.

approfondimento

Elio e le Storie Tese protagonisti di una campagna per il riciclo

Il fondatore ha chiamato al suo fianco Dante Belisari, figlio di Elio che ha salutato i presenti: “Ciao Bergamo, fatevi sentire”.

 

Il ragazzo ha poi proseguito: ”Il mio nome è Dante, il cognome è Belisari ma, vabbè, a nessuno interessa, e sì, sono autistico e ne vado fiero”.

approfondimento

Elio e le Storie Tese tornano live per la “Festa di fine sfiga”

Dante Belisari ha aggiunto: “Vi chiedo una cosa in particolare. Per prima cosa godetevi lo spettacolo, vi lascio in pace, ma come seconda cosa per favore, rispettate tutte le persone autistiche”.

Il pubblico è scoppiato in un grande applauso per il ragazzo che ha salutato i presenti: “Un'ultima cosa: la terra dei cachi è la terra dei cachi, ciao Bergamo”.

Spettacolo: Per te