La Kalush Orchestra mette all'asta il cappello del frontman e il trofeo dell'Eurovision

Musica
©Getty

La band ha deciso di vendere gli oggetti simbolo del loro trionfo per devolvere il ricavato in beneficenza all'esercito ucraino. Ecco come si può partecipare

Dopo la vittoria, il pensiero è tornato subito alla loro Ucraina, mai dimenticata nemmeno nel corso dell'esibizione davanti al pubblico di Torino. Ora il messaggio della Kalush Orchestra, vincitrice dell'ultimo Eurovision Song Contest (LO SPECIALE), passa dalle parole ai fatti. Oleh Psjuk, il frontman della band che ha conquistato il pubblico europeo con la sua Stefania, ha deciso di mettere all'asta per beneficenza il cappello rosa che ha indossato all'Eurovision 2022 e il trofeo ricevuto per il successo nella competizione canora.

L'annuncio sui social

leggi anche

Stefania video del brano di Kalush Orchestra vincitore dell'Eurovision

"Stiamo facendo del nostro meglio per aiutare l'Ucraina - ha detto Psjuk in un video pubblicato sui social -. Questo è il mio cappello, con ancora il sudore della mia performance all'Eurovision. Vogliamo vendere questo cappello e tutto il ricavato sarà devoluto alle forze armate ucraine". Nello stesso video viene spiegato come avverrà la 'lotteria' benefica, che si aprirà il 28 maggio alle ore 19.

LE MODALITÀ DELL'ASTA

approfondimento

Kalush Orchesta, Sony ha deciso di donare tutti i proventi di Stefania

Saranno accettate donazioni da 200 grivnie (poco più di 6 euro) o multipli. Una volta effettuato il pagamento, si verrà inseriti in una tabella, da cui verrà casualmente estratto il vincitore. L'invito è quindi a fare più donazioni da 200 grivnie possibili, per avere più chance di aggiudicarsi il cappello rosa che Oleh Psjuk ha indossato durante la finale a Torino, sabato 14 maggio. In palio c'è anche la scultura in vetro a forma di microfono di vetro, trofeo dell'Eurovision 2022. Se l'aggiudicherà chi farà la donazione più alta, sia in grivnia che in criptovaluta. I fondi raccolti andranno a sostenere le forze armate dell'Ucraina.

Spettacolo: Per te