Coraline, il testo della canzone cantata dai Maneskin sul palco del Festival di Sanremo

Musica

In veste di super-ospiti del Festival di Sanremo, i Maneskin hanno portato ieri sul palco dell’Ariston le intense note di Coraline. Il nuovo singolo della band romana arriva dall’album Teatro d’ira – Vol.1

Un’esibizione intensa che rivela il lato più emozionante dei Maneskin, sempre senza rinunciare alle note del loro inconfondibile glam rock. Coraline è il nuovo singolo della band romana presentato ieri a Sanremo (IL LIVE DELLA SECONDA SERATASANREMO 2022 - LO SPECIALE) ed estratto dall’album Teatro d’ira – Vol.1, pubblicato lo scorso marzo. Un titolo che, pur essendo uguale, non si rifà al noto cartone animato ma che, come raccontato dagli stessi Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan, parla di una ragazzina che fatica a trovare sé stessa e lo spazio che merita nel mondo, perché troppo fragile, innocente e pura. Una favola senza lieto fine che ha permesso alla band di raggiungere in poco tempo un gran numero di streaming e piazzarsi come uno degli inediti più ascoltati e riprodotti del nuovo disco. Il brano è un crescendo lento, che segue l’avvicendarsi delle avventure della piccola Coraline. Una bambina che sente sopra di sé il peso delle ingiustizie e dei pregiudizi altrui, che la costringono a chiudersi sempre più in sé stessa, impaurita. “Coraline”, il brano su cui i Maneskin si sono esibiti ieri sera durante la prima puntata di Sanremo 2022, “è un brano nato quasi per caso in una stanza d'albergo”, avrebbe raccontato Damiano ad una nota rivista musicale (Rockol), “Eravamo io e Thomas. Lui ci ha messo la chitarra, io l'idea del ritornello, che abbiamo poi sviluppato insieme agli altri".

Il testo di coraline

approfondimento

I Maneskin tornano a Sanremo da superospiti

Ma dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline Coraline

Coraline bella come il sole
Guerriera dal cuore zelante
Capelli come rose rosse
Preziosi quei fili di rame amore portali da me
Se senti campane cantare
Vedrai Coraline che piange
Che prende il dolore degli altri
E poi lo porta dentro lei

Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline

Però lei sa la verità
Non è per tutti andare avanti
Con il cuore che è diviso in due metà
È freddo già
È una bambina però sente
Come un peso e prima o poi si spezzerà
La gente dirà: "Non vale niente"
Non riesce neanche a uscire da una misera porta
Ma un giorno, una volta lei ci riuscirà

E ho detto a Coraline che può crescere
Prendere le sue cose e poi partire
Ma sente un mostro che la tiene in gabbia
Che le ricopre la strada di mine
E ho detto a Coraline che può crescere
Prendere le sue cose e poi partire
Ma Coraline non vuole mangiare no
Sì Coraline vorrebbe sparire

E Coraline piange
Coraline ha l'ansia
Coraline vuole il mare ma ha paura dell'acqua
E forse il mare è dentro di lei
E ogni parola è un'ascia
Un taglio sulla schiena
Come una zattera che naviga
In un fiume in piena
E forse il fiume è dentro di lei, di lei

Sarò il fuoco ed il freddo
Riparo d'inverno
Sarò ciò che respiri
Capirò cosa hai dentro
E sarò l'acqua da bere
Il significato del bene
Sarò anche un soldato
O la luce di sera
E in cambio non chiedo niente
Soltanto un sorriso
Ogni tua piccola lacrima è oceano sopra al mio viso
E in cambio non chiedo niente
Solo un po' di tempo
Sarò vessillo, scudo
O la tua spada d'argento e

E Coraline piange
Coraline ha l'ansia
Coraline vuole il mare
Ma ha paura dell'acqua
E forse il mare è dentro di lei
E ogni parola è un'ascia
Un taglio sulla schiena
Come una zattera che naviga
In un fiume in piena
E forse il fiume è dentro di lei, di lei

E dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline

Coraline, bella come il sole
Ha perso il frutto del suo ventre
Non ha conosciuto l'amore
Ma un padre che di padre è niente
Le han detto in città c'è un castello
Con mura talmente potenti
Che se ci vai a vivere dentro
Non potrà colpirti più niente
Non potrà colpirti più niente

Spettacolo: Per te