I Maneskin sul New York Times: "Possono conquistare il mondo?"

Musica

Il prestigioso quotidiano statunitense ha dedicato un lungo articolo alla band italiana che, dopo la vittoria a sorpresa all’ultimo Eurovision Song Contest, sta spopolando anche oltreoceano

Una vittoria, quella dei Maneskin alla 65esima edizione dell’Eurovision Song Contest, che ha definitivamente aperto la strada del successo alla band romana di “Zitti e buoni”. Dopo i primi posti guadagnati con il singolo nelle maggiori classifiche europeee, arriva l’importante riconoscimento della Top10 globale. Il New York Times, uno dei più famosi quotidiani statunitensi, ha deciso così di regalare le sue pagine a foto e interviste inedite della band capitanata da Damiano David, con Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio. Pagine che il New York Times intitola così: “Hanno vinto l’Eurovision. Possono conquistare il mondo?”. 

L’articolo del New York Times dedicato ai Maneskin

approfondimento

I Maneskin sbarcano su Tik Tok e annunciano un concerto live streaming

A circa un mese dal trionfo dell’Eurovision Song Contest 2021, il successo dei Maneskin non intende fermarsi, anzi aumenta sempre di più scavalcando non solo i confini nazionali, ma anche quelli europei, arrivando fino agli Stati Uniti d’America. Forte della risonanza e dei primi posti nelle classifiche musicali globali con diversi singoli – da “Zitti e buoni” a “Coraline” – i Maneskin sono diventati nelle scorse ore, gli assoluti protagonisti delle pagine del celebre quotidiano New York Times, secondo il quale, il gruppo romano potrebbe raggiungere il difficile obiettivo di diventare un successo a lungo termine dell’Eurovision.

“Quando il gruppo rock dei Maneskin ha vinto l’Eurovision Song Contest di quest’anno, era poco conosciuto fuori dall’Italia”, racconta il quotidiano, “poi la competizione ha catapultato la band davanti a 180 milioni di spettatori e ha portato la loro canzone vincitrice “Zitti e Buoni”, nella top 10 globale di Spotify, un’assoluta novità per una band italiana che, con quasi 18 milioni di ascoltatori nell’ultimo mese, ottiene risultati migliori sul servizio di streaming rispetto ai Foo Fighters o ai Kings of Leon”.

Secondo il New York Times infatti, la vera forza dei Maneskin sta nell’essere una band in controtendenza, non solo rispetto al trend che vuole i vincitori dell’Eurovision quasi scomparire ad alcuni mesi dalla vittoria, ma anche per l’assoluta “disinvoltura androgina, curata ed elegante, con cui i Maneskin abbattono le barriere di genere e sottolineano l’importanza dell’auto-espressione”.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.