Bruce Springsteen, nessun tour fino al 2022 e le novità sul nuovo album

Musica

In una lunga intervista, il cantautore statunitense ha parlato del suo prossimo album e dei concerti previsti in futuro

Dalla sua casa nel New Jersey, Bruce Springsteen (FOTO) ha raccontato a Brian Hiatt i suoi progetti per il futuro. Il cantautore statunitense pubblicherà il 23 ottobre “Letter to you”, il suo nuovo album inciso in circa quattro giorni. “Facevamo una canzone ogni tre ore. Fondamentalmente abbiamo inciso l'album in quattro giorni. Eravamo prenotati per cinque giorni, il quinto giorno non avevamo niente da fare, quindi l'abbiamo ascoltato”. Nessuna sovraincisione, un album suonato interamente con la sua E Street Band con tutte le parti vocali in contemporanea e tutto dal vivo. Il batterista Max Weinberg ha raccontato: “Era davvero come ai vecchi tempi. Solo pura energia musicale, con in più la saggezza musicale e professionale guadagnata duramente dai ragazzi sulla settantina o vicino ai settanta”. Inizialmente il progetto di Bruce Springsteen era quello di pubblicare l’album e andare in tour per tutta la primavera 2021. I piani però sono stati scombussolati dal Coronavirus (LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI - LA MAPPA).

La chitarra regalata da un fan e le canzoni di “Letter to You”

approfondimento

5 curiosità su Bruce Springsteen

L’attenzione ora è però rivolta a “Letter to You”, album che conterrà anche tre brani dei primi anni Settanta: "Song to Orphans", "Janey Needs a Shooter" e "If I Was the Priest". L’inserimento di queste canzoni arriva durante la lavorazione di un box di outtakes quando Bruce Springsteen si è imbattuto nuovamente in questi brani e ha deciso di suonarle al giorno d’oggi per essere in grado di tornare indietro e cantare con voce adulta idee della giovinezza. Durante l’intervista è stata raccontata anche una storia legata al nuovo album e coinvolge probabilmente un fan italiano di Bruce Springsteen. Quest’ultimo ha regalato una chitarra acustica durante il tour a Broadway tra il 2017 e il 2018, uno strumento rimasto nel suo salotto per mesi, fino a quando, nell'aprile dello scorso anno, non l'ha presa in mano. Come per incanto "tutte le canzoni dell'album sono saltate fuori. Forse in meno di 10 giorni. Giravo per la casa nelle diverse stanze e scrivevo una canzone al giorno. Ho scritto una canzone in camera da letto. Ho scritto una canzone nel bar. Ho scritto una canzone in soggiorno". La prima di tutte è stata l'autobiografica "Last Man Standing". Sulla possibilità che “Letter to You” sia l’ultimo album di Bruce Springsteen e la E Street Band, il cantautore spiega: “Io pianifico di avere una lunga strada davanti a me... Ho ancora molto da fare e ho intenzione di andare avanti”.

Un ritorno solo nel 2022

Sui live invece Bruce Springsteen (le canzoni più famose) prevede un ritorno solo nel 2022: “Nella migliore delle ipotesi sarà per il 2022. Mi considererò fortunato se perderò solo un anno di tour. Una volta raggiunti i 70 anni, hai davanti un numero limitato di tour e un numero limitato di anni. E se ne perdi uno o due, non è così bello. Soprattutto perché sento che la band è in grado di suonare al massimo. E mi sento vitale come non mi sono mai sentito in vita mia... Non essere in grado di fare qualcosa per cui vivo da quando avevo 16 anni”.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24