Live Aid, 35 anni dal grande evento benefico

Musica
©Getty
Live Aid

Il 13 luglio 1985 si svolse il Live Aid, concerto benefico in scena a Londra e Philadelphia e considerato il più importante evento rock nella storia della musica. Gli artisti, le curiosità e la scaletta di quell’indimenticabile giornata

Sono trascorsi 35 anni dal Live Aid, il più grande evento rock della storia (Live Aid, lo show dei Queen a confronto con il film del 2018 - VIDEO). Organizzato da Bob Gendolf e Midge Ure, il concerto si è tenuto il 13 luglio 1985 al Wembley Stadium di Londra e al John Fitzgerald Kennedy Stadium di Philadelphia. Presentato come “jukebox globale” ha radunato in Inghilterra circa 72 mila persone, mentre negli Stati Uniti oltre 90 mila spettatori. Il Live Aid è entrato nella storia anche come il più grande collegamento via satellite e la più grande trasmissione televisiva di tutti i tempi con quasi due miliardi di telespettatori in 150 paesi. L’obiettivo dell’evento fu quello di ricavare fondi per combattere la carestia etiope, traguardo raggiunto e superato ampiamente.

Il Live Aid di Philadelphia

Da Bob Dylan (le frasi più belle delle sue canzoni) ad una giovanissima Madonna (le canzoni più famose) passando per Black Sabbath, Santana, Eric Clapton e Mick Jagger, furono tantissimi gli artisti che parteciparono al concerto di Philadelphia. Tra gli eventi più importanti la reunion di Crosby, Stills, Nash & Young e quella dei Led Zeppelin. Lo stesso Ozzy Osbourne si ritrovò a suonare con i Black Sabbath nella formazione originale del gruppo. Da record l’esibizione di Phil Collins che prima salì sul palco di Londra e poi grazie ad un Concorde arrivò a Philadelphia per un secondo live. Durante il volo incontrò Cher e la convinse a salire sul palco al termine del concerto nonostante l’artista non fosse stata invitata. Entrata nella storia anche l’esibizione di Madonna che venne annunciata dall’attrice Bette Midler. Questa la scaletta del Live Aid di Philadelphia:

  1. Bernard Watson
  2. Joan Baez
  3. The Hooters
  4. The Four Tops
  5. Billy Ocean
  6. Black Sabbath
  7. Run-DMC
  8. Rick Springfield
  9. REO Speedwagon
  10. Crosby, Stills and Nash
  11. Judas Priest
  12. Bryan Adams
  13. The Beach Boys
  14. George Thorogood and the Destroyers / Bo Diddley / Albert Collins
  15. Simple Minds
  16. The Pretenders
  17. Santana
  18. Pet Metheny
  19. Ashford and Simpson
  20. Teddy Pendergrass
  21. Madonna
  22. Tom Petty
  23. Kenny Loggins
  24. The Cars
  25. Neil Young
  26. Power Station
  27. Thompson Twins
  28. Eric Clapton
  29. Phil Collins
  30. Led Zeppelin con Phil Collins e Tony Thompson
  31. Crosby, Stills, Nash and Young
  32. Duran Duran
  33. Patti LaBelle
  34. Hall & Oates / Eddie Kendricks / David Ruffin
  35. Mick Jagger
  36. Tina Turner
  37. Bob Dylan
  38. Keith Richards / Ron Wood
  39. USA for Africa (diretti da Lionel Richie)

Il Live Aid di Londra

Il concerto di Londra venne monopolizzato dall’esibizione di Freddie Mercury e dei Queen. Un live entrato nella storia e considerato tra i più coinvolgenti ed emozionanti di sempre. Un’esibizione di oltre venti minuti dove il gruppo e il suo straordinario frontman eseguirono sei brani: Bohemian Rhapsody, Radio Ga Ga, Hammer to Fall, Crazy Little Thing Called Love, We Will Rock You e We Are the Champions. Significativa anche l’esibizione di Elvis Costello che scelse per l’occasione una versione davvero particolare di “All You Need Is Love” dei Beatles. Tra gli artisti ad esibirsi anche Elton John, George Michael, David Bowie e gli U2 che grazie alla partecipazione al Live Aid si consacrarono tra i gruppi più importanti dell’epoca. Questa la scaletta del Live Aid di Londra:

  1. Status Quo
  2. Style Council
  3. Boomtown Rats
  4. Adam Ant
  5. Ultravox
  6. Spandau Ballet
  7. Elvis Costello
  8. Nik Kershaw
  9. Sade
  10. Sting
  11. Phil Collins
  12. Howard Jones
  13. Bryan Ferry con David Gilmour
  14. Paul Young
  15. Alison Moyet
  16. U2
  17. Dire Straits
  18. Queen
  19. David Bowie
  20. The Who
  21. Elton John
  22. Wham!
  23. Freddie Mercury e Brian May
  24. Paul McCartney
  25. Band Aid (diretti da Bob Geldof)

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.